Il Villarreal domina un tempo, ma
spreca troppo. L'Arsenal resta a galla

Il Villarreal domina un tempo, ma spreca troppo. L'Arsenal resta a galla
di Vanni Zagnoli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Aprile 2021, 23:28

La perfida Albione è davvero tale e ha tutto per centrare il poker di finaliste, nelle coppe. L’Arsenal va sotto 2-0, a Vila-Real, resta in 10 per l’espulsione di Dany Ceballos, fra i protagonisti dell’ultimo Europeo under 21 vinto dalla Spagna, evita il tris per il salvataggio di Leno su Moreno e accorcia su rigore, più che dubbio.

Due a uno, allora, con l’ultimo quarto d’ora di nuovo in parità numerica: a Londra la sconfitta è capovolgibile con un semplice 1-0.

Unai Emery resta un fenomeno, in Europa league, è il tecnico più vincente nella seconda coppa, domina il primo tempo eppure il Villarreal per la quarta volta rischia di uscire in semifinale, più un’altra semifinale persa in Champions. Fa fin troppo, considerati i 50mila abitanti, poco più di Sassuolo, per intenderci, del resto lo stadio si chiama della ceramica: ha colori sui seggiolini, offre l’illusione del pienone, a fronte delle porte chiuse per contenere la pandemia. 

Il sottomarino giallo era stata la squadra di Pepito Rossi, che in 6 anni disputò un quarto di Champions, una semifinale e due sedicesimi di Europa league, resta una squadra sorprendente, rispetto alla ricchezza della squadra di Arteta. A proposito, dall’addio di Arsene Wenger, dopo 22 stagioni, nel 2018, è già al terzo allenatore e uno era stato proprio Emery, di origine turca.

Inglesi con il 3-5-1-1, valenciani in 4-3-3, in gol al 7’ con Trigueros, destro potente diagonale. Reagiscono i gunners, raddoppia però il Villarreal grazie alla spizzata di Moreno per Raul Albiol, l’ex Napoli va a segno a 36 anni, vinse la Uefa nel 2004, a 18. Foyth tocca Pepè, l’arbitro Artur Dias fischia il rigore, al Var lo toglie e ammonisce l’ivoriano per il controllo con la mano. 

Alla ripresa, Ceballos avvicina il raddoppio, è chiuso da Raul Albiol. Poi commette fallo su Parejo, sarebbe da seconda ammonizione, l’arbitro portoghese lo perdona. Non al 12’, quando si ripete, con un pestone, e viene espulso per somma di cartellini. Il tedesco Leno sorregge i londinesi, respinge la conclusione di Chukwueze, poi si supera su Gerard Moreno, sul quale si ripeterà. 

Al 27’ il tocco di Trigueros su Saka, Dias fischia e stavolta non cambia idea, ma avrebbe fatto meglio a lasciar correre, dal dischetto realizza Pepè. A 10’ dal termine la seconda ammonizione per Capoue, che esce in barella, su Saka. Nel recupero parate di Leno e di Rulli, su Aubameyang. 

A Danzica meriterebbe di andare il Villarreal, ma ora è forse favorito l’Arsenal, che in Europa ha trionfato appena due volte, in coppa delle Fiere nel ’70 e delle Coppe nel ’94, sul Parma. Vanta però anche una finale, una semifinale e 4 quarti di Champions, due finali di coppa delle Coppe (’80 e ’95) e la finale uefa del 2000. E la finale di Europa league di due anni fa. Insomma i gunners sono continui, ai massimi livelli.

Villarreal-Arsenal 2-1

VILLARREAL (4-3-3): Rulli 6; Foyth 6 (25′ st Mario Gaspar 6), Albiol 7, Pau Torres 6, Pedraza 6,5 (34′ st Moreno ng); Capoue 4,5, Parejo 6, Trigueros 6,5 (35′ st Moi Gomez ng); Gerard Moreno 6, Chukwueze 6,5, Alcacèr 5,5 (1’ st Coquelin 5.5). All.Emery 7.

ARSENAL (3-5-1-1): Leno 7; Chambers 5,5, Pablo Marì 5,5, Holding 5; Thomas 5, Xhaka 5,5, Ceballos 4,5, Saka 7 (40′ st Aubameyang 5,5), Smith Rowe 5,5 (48′ st Elneny ng); Odegaard 5 (18′ st Martinelli 5.5), Pèpè 6.5 (48′ st Willian ng). All. Arteta 5.5

Arbitro: Dias 5,5.

Marcatori: 5′ Trigueros, 30′ Albiol, 28’ st Pépé (A) rig.

Note: ammoniti Pau Torres, Ceballos, Thomas, Capoue, Aubameyang. Espulsi, nel secondo tempo, per doppia ammonizione, al 12’ Ceballos (A) e Capoue al 33′.

© RIPRODUZIONE RISERVATA