Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Euro 2016, vola l’Olanda: 6 gol alla Lettonia
vince la Norvegia, pari tra Bulgaria e Malta
Pjanic sostituito per lo scoppio di un petardo

Euro 2016, vola l’Olanda: 6 gol alla Lettonia vince la Norvegia, pari tra Bulgaria e Malta Pjanic sostituito per lo scoppio di un petardo
di Benedetto Saccà
3 Minuti di Lettura
Domenica 16 Novembre 2014, 22:51 - Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 09:43
L’Olanda ha rifilato la bellezza di sei gol (6-0) alla Lettonia. E il ct Guus Hiddink dovrà rinunciare dunque ai fantomatici propositi di dimissioni: gli oranje hanno offerto una prova rotonda, limpida e, se non altro, hanno ritrovato il cammino del successo dopo aver raccolto due sconfitte nelle prime tre partite delle qualificazioni agli Europei del 2016. Ora l’Olanda è terza con un ritardo di sei punti rispetto al vertice e di tre nei confronti della seconda posizione: la strada è ripida ma percorribile.



Ieri sera la gara l’hanno decisa van Persie e Bruma oltre che Robben e Huntelaar, autori di una doppietta ciascuno. In vetta al gruppo A si è però confermata capolista a punteggio pieno dopo quattro turni la Repubblica Ceca, formidabile nel liquidare in rimonta (2-1) l’Islanda, ancora seconda: Sigurdsson ha sbloccato, quindi Kaderabek e Halldorsson con un’autorete hanno ribaltato il quadro. La Turchia di Terim ha steso invece il Kazakistan (3-1) grazie a una doppietta di Yilmaz e a una rete di Aziz, e ha acciuffato così la prima vittoria della strada europea. Inservibile il centro dal dischetto di Smakov. A condire la serata, pacifica invasione di campo al 94’.



Quanto al gruppo B, Israele ha affondato il colpo al cospetto della Bosnia di Pjanic e Lulic: tre gol (3-0) e via, i mediorientali hanno conservato il primato in classifica con una lunghezza di margine sul Galles, pur avendo giocato perfino una gara di meno. Ad Haifa decisivi Vermouth, Damari e Zehavi. Da segnalare che Pjanic ha ottenuto la sostituzione al 62' dopo aver avvertito un lieve giramento di testa: forse per l'esplosione di un petardo vicino al campo.



Al contrario, come detto, i gallesi hanno pareggiato (0-0) col Belgio e hanno mantenuto il secondo posto. A riposo Nainggolan; sfortunato Mertens, colpito fortuitamente alla tempia da Williams e uscito in barella dopo aver perso i sensi per qualche istante. Il napoletano dovrà trascorrere una giornata in osservazione all’ospedale di Bruxelles perché la Tac cui si è sottoposto ha evidenziato un trauma cranico. Esclusi, per fortuna, lesioni o danni ben peggiori. E, ancora, un gol di Merkis, uno di Christofi e una tripletta di Efrem hanno regalato a Cipro il successo (5-0) contro Andorra.



Nel girone dell’Italia, infine, la Norvegia, terza, ha superato (1-0) l’Azerbaigian sfruttando un gol di Nordtveit, mentre la Bulgaria e Malta si sono distribuite un punto ognuna (1-1) e sono rimaste, rispettivamente, quarta e quinta. A bersaglio Galabinov e Failla: e Popov ha sbagliato pure un calcio di rigore a un quarto d’ora dall’atto finale.





I risultati di domenica

Girone A – Olanda-Lettonia 6-0, Repubblica Ceca-Islanda 2-1, Turchia-Kazakistan 3-1.

Girone B – Belgio-Galles 0-0, Cipro-Andorra 5-0, Israele-Bosnia 3-0.

Girone HITALIA-Croazia 1-1, Azerbaigian-Norvegia 0-1, Bulgaria-Malta 1-1.

La classifica del gruppo dell’Italia. Croazia 10 punti, ITALIA 10, Norvegia 9, Bulgaria 4, Malta 1, Azerbaigian 0.