Crotone, salto in avanti: demolito il Torino, 4-2

Crotone, salto in avanti: demolito il Torino, 4-2
di Alberto Mauro
2 Minuti di Lettura
Domenica 7 Marzo 2021, 16:59

Serse Cosmi rivitalizza il Crotone con una vittoria decisiva che muove la classifica e inguaia le dirette concorrenti. Finisce 4-2 contro un Toro in piena crisi Covid e con una classifica da incubo, in piena zona retrocessione. Nicola ha mezza squadra fuori causa per le positività al coronavirus e deve recuperare la sfida contro la Lazio, ma lo sprofondo granata è allarmante. Manca quel carattere che aveva contraddistinto le prime rimonte targate Nicola, e là davanti senza Belotti c’è poco. La reazione arriva soltanto dopo il vantaggio di Simy, su calcio di rigore per un tocco di mani di Ansaldi in area. E’ il miglior momento di un Toro ferito e motivato, a caccia di un pareggio sfiorato in rapida successione da Izzo, Ansaldi e Lyanco. E ottenuto con Mandragora in chiusura di primo tempo. Sembra la carica per andare a ribaltarla e invece nella ripresa il Toro si fa sorprendere da un Crotone mai così vivo e in fiducia. Nuovo vantaggio di Simy dopo un’azione confusa in area, nessuna reazione granata, e dalla panchina non ci sono uomini per svoltarla. Il Crotone prende campo, sfiora il gol con Magallan e Ounas, poi trova il 3-1 con Reca che fulmina Sirigu. Fiammate finali con il sussulto d’orgoglio di Sanabria, che accorcia le distanze con un tiro strepitoso da fuori area, poi la traversa dice di no ai granata, ma non basta: la resa arriva con l’espulsione di un nervosissimo Rincon per doppio giallo, pochi secondi prima del definitivo 4-2 di Ounas, su deliziosa azione personale. Cosmi agguanta la prima vittoria e condanna il Torino a una sconfitta che rischia di complicare molto i piani salvezza di Nicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA