Colombia, minaccie di morte a Tesillo dopo il rigore fallito contro il Cile

Martedì 2 Luglio 2019
Dopo l'errore dal dischetto contro il Cile e l'eliminazione della Colombia in Copa America, William Tesillo, difensore dei 'cafeteros', teme per la sua vita. A lanciare l'allarme la moglie del calciatore, Daniela Mejia che ha pubblicato sui social le minacce arrivate dalla rete al marito. Tra i vari commenti, correlati di insulti, una minaccia: «Spero possa finire come Andres Escobar». Il riferimento al difensore ucciso a colpi di arma da fuoco all'uscita da un ristorante in quanto considerato colpevole con la sua autorete dell'eliminazione della Colombia dai mondiali di Usa '94 pochi giorni dopo il rientro nel Paese desta, come ovvio, preoccupazione. «Sì, mi vogliono morto. Sui social mi hanno scritto di tutto», ha dichiarato il calciatore. «Ho paura. Hanno minacciato anche me e i nostri figli. Potrei passare tutto il giorno a pubblicare tutte le intimidazioni che ci hanno scritto», prosegue la moglie. Tesillo, 29 anni, attualmente giocatore del Santa Fè, in carriera ha sempre militato nel campionato colombiano, prima col Deportes Quindio e successivamente all'Atletico Junior Barranquilla prima del passaggio al Santa Fè nel 2016.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma