Copa Libertadores, finale Flamengo-River Plate spostata da Santiago del Cile a Lima

Mercoledì 6 Novembre 2019
La Conmebol, ente calcistico sudamericano, ha ufficializzato che, a causa delle innumerevoli manifestazioni di protesta in Cile, la finale di Coppa Libertadores non tra i brasiliani del Flamengo e gli argentini del River Plate si giocherà non più a Santiago ma a Lima, capitale del Perù. Confermata invece la data del 23 novembre. La decisione è arrivata dopo una lunga riunione ad Asuncion cui hanno preso parte, oltre ai vertici dirigenziali della Conmebol, i presidenti dei due club, Rodolfo Landim e Rodolfo D'Onofrio, e quelli della federcalcio brasiliana, Rogerio Caboclo, e di quella argentina, Claudio Tapia. Nelle ore precedenti il meeting il sindaco di Santiago Felipe Guevara aveva fatto sapere che la partita non si sarebbe potuta svolgere se prima non fosse ripresa l'attività calcistica locale. Così è stata scelta Lima, che ospiterà il match nello stadio Monumental, la cui capienza è di 80mila spettatori. «La priorità riguardo a questa partita è la sicurezza - ha commentato Landim, presidente del Flamengo -, e quindi non potevamo fare diversamente. A Lima i tifosi che ci seguiranno noi e il River si sentiranno al sicuro»


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma