Colpi di Empoli, Pescara e Pisa. Vincono anche Chievo, Vicenza e Brescia. Terzo rigore sbagliato dalla Salernitana

Colpi di Empoli, Pescara e Pisa. Vincono anche Chievo, Vicenza e Brescia. Terzo rigore sbagliato dalla Salernitana
di Vanni Zagnoli
5 Minuti di Lettura
Martedì 2 Marzo 2021, 23:58 - Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 01:15

Dopo 5 pareggi, l’Empoli riparte e passa a Reggio Calabria per 3-0. Il Cittadella si è smarrito, ha vinto appena una delle ultime 9 gare, perde in casa con il Pescara, che raggiunge l’Ascoli al penultimo posto. Il Frosinone è fermo a un successo in 14 partite, allo Stirpe è 2-2 con il Monza. Salernitana-Spal finisce pari, con il rigore sbagliato da Di Tacchio, è il 3° di fila sprecato dai campani. L’Entella resiste a Lecce. Vittorie di Chievo e Brescia, che oggi sarebbe salvo. 

Reggina-Empoli 0-3 Il vantaggio della capolista arriva a metà primo tempo. Cross basso da destra di Fiamozzi, uno specialista, arriva Olivieri e con una conclusione potente e angolata supera Nicolas. L’ex juventino è solo alla quinta da titolare, incide comunque parecchio. Nicolas salva il vantaggio. L’avvio di ripresa è toscano, culminato nel raddoppio al 9’, del capocannoniere Leonardo Mancuso, su azione Olivieri-Bajrami. Allo scadere il tris, di Ryder Matos, subentrato.

Salernitana-Spal 0-0 Domina a lungo la squadra di Ferrara, Castori resiste, con il suo gioco di attesa. Un’immagine simbolo del calcio di oggi è su un rinvio di Berisha, con tutti i giocatori nel giro di 15 metri. La Spal sale sul finire del primo tempo, obbligando a due parate Adamonis, imbattuto da quando ha sostituito Belec. Altro salvataggio del portiere lituano, su Segre. A 2’ dalla fine Berisha esce su Andrè Anderson, che salta e lascia lì la gamba, procurarsi il rigore. Di Tacchio calcia alto, la palla scheggia solo la traversa. Allo scadere Sernicola tocca con il braccio largo, su Gondo, ci starebbe un secondo penalty, Irrati non lo concede.

Chievo-Pordenone 3-0 Al 29’ il sinistro di Ciciretti da fuori, la traiettoria prende un giro singolare e inganna il portiere Perisan. Garritano raddoppia, grazie allo scambio con Mogos: il Chievo non segnava da 300’, realizza due reti in tre minuti. A metà ripresa il tris, con Obi, sottomisura: aveva deciso la gara con la Reggiana, il mese scorso, sfrutta il tiro sbagliato da Vaisanen, ma il gol era da annullare per il fuorigioco di Mogos. Ramarri in flessione, con appena un successo in 7 gare.

Cittadella-Pescara 0-1 Prima fase equilibrata, poi esce il Cittadella: la manovra c'è, manca la capacità di creare spazi in avanti, nonostante il movimento di Ogunseye. Gli abruzzesi spingono soprattutto con Masciangelo. A 3’ dalla fine segna Odgaard, l’arbitro Giua annulla per la trattenuta su Donnarumma, decisione dubbia. Il danese di 22 anni segna ancora, in acrobazia, su cross di Scognamiglio, e stavolta il gol è buono, è il primo in Italia. Cinque punti in 3 gare per Grassadonia, nel dopo Breda. 

Lecce-Entella 0-0 Alessandro Russo si conferma portiere efficace, anche se stilisticamente rivedibile. Conserva lo 0-0 per i liguri, nel finale, vola sul colpo di testa di Stepinski. Il turco Yalcin gira sul fondo, sarebbe stato il suo primo gol in Italia. 

Ascoli-Pisa 0-2 Al 10’ Marin riceve palla sulla trequarti, la difende da Pucino, entra in area e serve all’indietro Mastinu, al limite dell’area: l’ex Spezia segna, è alla prima da titolare nel Pisa. Al 37’ il bis, traversone di Mastinu da sinistra, Marconi gira di testa, senza nemmeno staccare, su Pucino. Gori piazza una bella parata prima dell’intervallo, salvaguardando il vantaggio nerazzurro. Triplo cambio all’intervallo per i marchigiani, non basta però a riaprire il match. Anzi è Leali a evitare la rete di Bucher. Il Pisa torna a 2 punti dalla Spal e dai playoff.

Brescia-Cosenza 2-0 Primo tempo con poche emozioni, rondinelle geometriche, Cosenza pericoloso in ripartenza, con Tremolada. La ripresa si apre con il colpo di testa di Bjarnason, su angolo, ad anticipare Sciaudone che perde la marcatura. Al 18’ la seconda ammonizione per Corsi (il fallo chiave è su Ragusa), i calabresi restano in 10. Ayè segna da 6 gare in sequenza, trasforma l’assist di Ragusa. Il Brescia sarebbe salvo, ora, respira il presidente Cellino. 

Frosinone-Monza 2-2 Ritmi alti, tante occasioni, i ciociari non vanno oltre il pari, il Monza resta dietro al Venezia. Risultato giusto, Brocchi deve rinunciare a Boateng, Balotelli e a Mota Carvalho.Al 17’ Maiello lancia lungo per Iemmello, che aggira Paletta e infila con uno scavetto. Il vantaggio dura due minuti, il pari di Paletta è immediato, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Prima dell’intervallo, lancio da centrocampo di Scozzarella, l’attaccante danese Gytkjaer controlla perfettamente di sinistro e insacca. Secondo tempo, cross da sinistra di Vitale e Salvi trova il pertugio giusto, con un destro al volo perfetto. Al 7’ il brianzolo Diaw invoca il rigore dopo un contatto con Szyminski, resta dubbi sulla scelta di Di Martino, di non fischiare il rigore. Poi chances per il giallazzurro Novakovich e per Diaw. Nel finale Novakovich calcia, Frattesi è girato, respinge col gomito alto, anche qui rimane il dubbio, dopo il largheggiare sui rigori della scorsa stagione. Le ultime parate sono del biancorosso Di Gregorio, su Ciano e Capuano.

Vicenza-Cremonese 3-1 Dopo una sconfitta e 3 pareggi, i biancorossi tornano al successo. Vantaggio a metà primo tempo, punizione dal limite battuta velocemente da Giacomelli per Barlocco, il terzino serve Meggiorini che a porta spalancata segna l’1-0. Grandi evita il pari di Gaetano. Raddoppia Meggiorini all’intervallo, confermando il momento sublimato nel gol di sabato alla Djorkaeff: assist di Giacomelli sul primo palo e l’attaccante raggiunge la doppia cifra realizzativa, a 34 anni. Al 4’ st cross di Pinato per Ciofani che incrocia di testa il 2-1. Grandi si oppone a Celar, poi Alfonso dice no alla girata al volo di Meggiorini. Il terno secco a metà frazione, Nalini entra in area e calcia sul primo palo, la palla sbatte sul legno ed entra. 

Classifica: Empoli 49, Venezia 45; Monza 44, Salernitana 43, Chievo 42, Lecce e Cittadella 40, Spal 38; Pisa 36, Frosinone 34, Pordenone 33, Reggina 32, Vicenza 31, Brescia 30, Cremonese 29; Reggiana 28, Cosenza 26; Ascoli e Pescara 22, Entella 19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA