ROMA

Cassano fa le carte alla stagione: «L'Inter vince lo scudetto, Ibra non fallirà»

Lunedì 30 Dicembre 2019
Cassano fa le carte al campionato. Sullo scudetto non ha dubbi. «È da fine agosto che dico che l'Inter vincerà lo scudetto. Conte ti porta 15-20 punti in più, è un fuoriclasse. Me l'aspettavo, mette il fuoco nel corpo dei giocatori, si sposa con l'idea dell'Inter». È la previsione di Antonio cassano ai microfoni di Sky Sport. «Lukaku lavora molto per la squadra, parla già italiano dopo due mesi e si è inserito molto bene. Era un buon giocatore, si sta dimostrando un grandissimo -prosegue-. Lautaro è un calciatore molto forte e utile per i prossimi 10 anni, di questa coppia va dato merito ad Ausilio». E sulla crescita di Esposito conclude. «Essere in una grande squadra e giocare a San Siro è sempre complicato. Per lui è perfetto avere Conte come gestore, lo farà crescere alla grande».


«Ho sempre detto che se fosse tornato in Italia, Ibrahimovic sarebbe tornato al Milan. Dopo Ronaldo il Fenomeno e Van Basten è il numero 9 più forte degli ultimi 30 anni nel calcio europeo. Farà rendere i compagni di squadra al 110 per cento». Antonio Cassano commenta positivamente il ritorno di Ibra in rossonero. «Stiamo parlando di un fenomeno, un ragazzo che ha una testa impressionante e non per caso ha vinto 33 titoli -prosegue Cassano ai microfoni di Sky Sport- l'80 per cento dei suoi compagni di squadra oggi non merita di giocare nel Milan, rapportati alla storia del club. Io però sono sicuro che li farà rendere al meglio. In allenamento ti fa rendere al massimo e se vede che qualcuno inizia a non allenarsi come dovrebbe, allora alza la voce. E se alza la voce lui, bisogna avere paura. Lui vuole che tu dia il massimo, devi capire le sue istruzioni e come muoverti secondo le sue indicazioni». «Potrà far rendere al massimo giocatori come Suso, Bonaventura, i centrocampisti che si inseriscono nell'area avversaria perché lui sa imbucare al meglio. Con lui devi dare tutto, in allenamento e in partita. Chi non tira fuori il meglio, con lui va in difficoltà»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi