Candreva: «L'Inter ha svoltato, ora prendiamoci la Champions»

Candreva: «L'Inter ha svoltato, ora prendiamoci la Champions»
3 Minuti di Lettura
Martedì 27 Dicembre 2016, 15:14

L'Inter ha iniziato «un percorso nuovo» con Stefano Pioli, ora la Champions è «l'obiettivo principale». Antonio Candreva vuole conquistare un posto nell'Europa che conta con la maglia nerazzurra. In un'intervista a Premium Sport, il centrocampista traccia un bilancio del 2016 che sta per concludersi e fissa il target stagionale dell'Inter, attualmente a 5 punti dal terzo posto occupato dal Napoli. «Il mio e il nostro bilancio all'Inter non è quello che ci aspettavamo. Ora stiamo iniziando un percorso nuovo, sperando che sia quello giusto e quello positivo. Siamo partiti con delle difficoltà, anche noi abbiamo delle colpe, adesso abbiamo girato pagina e siamo ancora in grado di migliorare la nostra classifica», dice Candreva, che ha detto sì all'Inter nonostante le offerte di altri top team come Napoli e Atletico Madrid: «Mi hanno cercato, c'è stato un interessamento ma poi le parti non hanno trovato un accordo. La squadra che mi ha voluto fortemente è stata l'Inter e io ho accettato questa nuova sfida per me». Dopo la falsa partenza in campionato con De Boer in panchina, i nerazzurri sembrano avere cambiato marcia e ora la qualificazione alla prossima Champions non è più un miraggio: «È l'obiettivo principale perché un top club come l'Inter deve ambire a obiettivi importanti», sottolinea Candreva.

Si è parlato molto delle ruggini con Pioli ai tempi della Lazio, ma il giocatore assicura che è «acqua passata»: «Per quello che si è detto e scritto si è andati oltre alla verità. Lui scelse Biglia come capitano ma il gruppo prese quella decisione in maniera positiva. C'è stato subito il chiarimento e poi è iniziato il campionato ed è finita lì. Quando è arrivato all'Inter sono stato contento perché sapevo che il mister è molto preparato». «Alla Lazio abbiamo raggiunto degli ottimi risultati -evidenzia Candreva- ed ero contento perché sapevo che avrebbe potuto dare una grossa mano all'Inter». Parole al miele anche per la Lazio («Sono stati i quattro anni e mezzo più belli della mai carriera calcistica») e per il suo presidente Claudio Lotito: «Con lui avevo un bellissimo rapporto, con me ha sempre avuto un comportamento esemplare: è sempre stato un uomo di parola e sempre disponibile. Con me è stato una grande persona, mi ha dato l'opportunità di crescere e non posso che parlare bene del presidente». Ora però nella sua testa ci sono solo i colori nerazzurri e la volontà di fare «una seconda parte di campionato diversa dalla prima per riportare l'Inter dove merita». «Ci servirà un atteggiamento diverso -ammette- perché vogliamo arrivare in alto in classifica. Con l'Inter il sogno è quello di tornare a vincere nei prossimi anni. Con la Nazionale sogniamo di essere protagonisti anche nel Mondiale in Russia nel 2018». E a proposito della nuova Italia di Ventura, Candreva dice: «In due anni Conte ci ha trasmesso qualcosa di unico che solo lui possiede. Il cambio con Ventura è stato comunque positivo: è un grandissimo allenatore e prepara le gare nei minimi dettagli. Si è aperto un nuovo ciclo e spero che anche con Ventura sarà positivo e vincente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA