Brady contro Mahomes: il Super Bowl è uno scontro generazionale tra fenomeni

Brady contro Mahomes: il Super Bowl è uno scontro generazionale tra fenomeni
3 Minuti di Lettura
Sabato 6 Febbraio 2021, 12:25 - Ultimo aggiornamento: 15:35

Il mito del passato e del presente contro la stelle del presente e del futuro. Il Super Bowl numero 55, nella notte tra domenica e lunedì, metterà di fronte due icone, i quarterback dei record, Tom Brady, 43 anni, e Patrick Mahomes, 25, e giocatore più pagato di sempre nella storia della Nfl. Dalle loro mai Tampa Bay Buccaneers e Kansas City Chiefs, campioni in carica, si aspettano le giocate vincenti.

Tom Brady, trascinatore dei Buccaneer, ha 43 anni, è alla sua decima finale secca della National football league, ne ha vinte sei e in più ha anche cambiato squadra a inizio stagione, passando dai New England Patriots, con all'attivo 6 Super Bowl vinti, ai Tampa Bay Buccaneers, che non riuscivano neanche ad arrivare ai playoff: l'arrivo di Brady h ribaltato la situazione e quello che è considerato il più forte quarterback della storia Usa ha trascinato la squadra fino alla sfida di questa notte. Con un record significativo: i Buccanners saranno la prima squadra a giocare il Super Bowl in casa. Mai, infatti, era accaduto in passato che la squadra della città designata per la finalissima riuscisse a raggiungerla. Miracoli alla Brady. 

Patrick Mahomes, 1,91 di altezza per 104 chili, aveva 6 anni quando Brady giocò il suo primo Super Bowl; da allora è diventato il giocatore più pagato nella storia della palla ovale Usa con 503 milioni di dollari in 10 anni e gioca nella squadra campione in carica. Nella finale della stagione '19-'20, vinta dai Chiefs contro i 49ers di San Francisco, Mahomes mise in fila diversi record in chiave «etnico-generazionale»: premiato come miglior giocatore della Lega, è stato il più giovane in assoluto a riuscirci e secondo afroamericano dopo Doug Williams; secondo più giovane di sempre dopo Ben Roethlisberger e terzo quarteback afroamericano dopo Williams e Russell Wilson a vincere un Super Bowl.

 



A vedere lo scontro tra i due e le loro squadre, malgrado la pandemia, sugli spalti ci saranno 25.000spettatori (contro una capienza di quasi 66.000 posti allo Stadio di Tampa, che per la prima volta ospita un Super Bowl), di cui 7.500 operatori sanitari. A riempire i posti vuoti, infine, 30.000 sagome di cartone.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA