Doppia sfida decisiva per l'Italvolley
Stasera Porto Rico, domani gli Usa

Sabato 6 Settembre 2014 di Carlo Lisi

Momento decisivo della prima fase del Mondiale maschile che si chiude con un doppio turno in programma in contemporanea oggi e domani. Gli azzurri di Mauro Berruto affronteranno nel giro di 24 ore prima l'abbordabilissimo fanalino di coda della pool Porto Rico (questa sera alle 20.25) e domani gli Stati Uniti, la squadra più temuta alla vigilia che come Birarelli e compagni ha fornito prestazioni altalenanti e non sa ancora bene quale sarà il suo futuro. La situazione della classifica è quanto mai complessa, cinque squadre racchiuse in soli 3 punti: guida la Francia con 7, inseguita dagli Usa con 6, poi la coppia Italia-Iran con 5 ed infine il Belgio con 4. Azzurri e persiani sono attardati, ma hanno l'ipotetico vantaggio di dover ancora giocare contro Porto Rico, che sinora ha sempre perso, ribadendo il suo limitato livello internazionale. Sulla carta il percorso più difficile lo hanno gli Stati Uniti e il Belgio. I primi perché devono giocare con Francia e Italia, il Belgio perché atteso da due sfide affatto agevoli con Iran e i transalpini che non lasciano ipotizzare una classifica diversa. Gli azzurri ora sono consapevoli che per andare lontano dovranno sudare parecchio e non regalare più nulla. «Siamo contenti della nostra prestazione contro il Belgio - ha detto Simone Buti, forse il più positivo degli azzurri in questo travagliato inizio di torneo - perché nonostante nel quarto set abbiamo sofferto più del dovuto, siamo riusciti a portare a casa i tre punti, che per noi erano davvero fondamentali. Senza di questi il nostro cammino sarebbe diventato davvero complicato. Adesso cercheremo di fare il meglio possibile nelle ultime due partite che ci attendono qui a Cracovia». Dopo aver cambiato parzialmente volto al suo sestetto Berruto ha adesso l'imbarazzo di decisioni importanti. Travica e Parodi hanno temporaneamente perso il ruolo da titolari, ma il ct sa che il loro apporto sarà fondamentale nei prossimi giorni.

Ultimo aggiornamento: 7 Settembre, 12:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA