Il sup delle Hawai sbarca sulle spiagge di Ostia, oggi le finali a colpi di pagaia

Domenica 8 Settembre 2019
Tutti pazzi per il sup (stand up paddle) a Ostia che tra tavole da surf e pagaie si è trasformato in una piccola Waikiki, il quartiere di Honolulu dove 70 anni fa è nato questo sport. Così alla finale del campionato nazionale surfing fisw (oggi la giornata decisiva ndr) sfilano non solo atlete e atleti abbronzatissimi che in equilibrio sulle lunghe tavole affrontano il mare a colpi di pagaia, ma anche i patiti di questa disciplina “crossover” e accanto a loro gli appassionati del surf da onda, di Kayaking, Windsurfing e Kiteboarding, solo per citare alcune degli sport acquatici.
Se i finalisti, dai 6 ai 60 anni, sono impegnati ad allenarsi e a concentrarsi prima di entrare in acqua, fuori, tra le stradine del porto, c’è chi li emula zigzagando in piedi a uno skateboard coloratissimo, come le tavole che poco più in là solcano l’acqua salata del mare di Roma. Evoluzioni a terra e in mare immortalate dalla macchina fotografica di una sirenetta dai lunghi capelli biondi e dal fisico mozzafiato. Non manca il dj Walter Trivellino che con le hit dagli anni Settanta ai Duemila fa allenare gli atleti a ritmo di musica e scatenare i visitatori. Poi l’aperitivo Club Pink Surf Wave a tutte le donne a cui viene regalata anche la maglietta dell’evento. L’esercito del surf e del sup torna in acqua oggi per la giornata finale. E sarà uno spettacolo.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma