Primo "cosplay party" per i fan dei supereroi: sfilata all'Appio Claudio

Martedì 19 Marzo 2019
Primo

Dc vs Marvel, il primo "cosplay party" della Capitale dedicato ai supereroi, con musica, spettacoli e fotoset. Domenica 24 marzo 2019 dalle ore 16, presso La Bonora, largo Appio Claudio 346. Questa domenica, il quartiere Appio Claudio a Roma sarà pieno di supereroi, per il primo evento Bonora DC vs Marvel, un raduno cosplay che si prefigge di riunire, a cadenza annuale, i fan dei due universi del comics.
 

 

Le adesioni stanno crescendo in modo significativo, e si stima un buon numero di partecipanti per una manifestazione, che nelle intenzioni degli organizzatori, ha grandi ambizioni. Per chi non lo sapesse, il cosplay (parola nata dall’unione dei termini inglesi "costume" e “play” cioè “gioco" ma anche “recitazione” “interpretazione”) può essere ampiamente riassunto come l'atto di indossare un costume per rappresentare un personaggio.

Ma c’è un fattore fondamentale che differenzia il cosplay dal semplice hobby di vestirsi in costume: i cosplayer possono arrivare ad impiegare diversi mesi ed investire molto denaro per realizzare i loro splendidi costumi da indossare in fiere ed eventi. Dato che il cosplay è man mano cresciuto in popolarità, gli stessi cosplayer, quelli più bravi, sono diventati delle piccole celebrità nella community.

Abbiamo parlato con alcuni di loro per capire come realizzano le loro creazioni e, in particolare, come fanno a finanziare la loro attività cosplay. Francesca Fiore ci spiega il suo percorso nel Cosplay Francesca - che impersonerà Spyder Gwen, mentre il suo ragazzo, Andrea, sarà Thor - si può definire una veterana della scena cosplay italiana, avendo iniziato da giovanissima. Ora ha una nutrita serie di fan su Facebook e Instagram e viene invitata spesso ad esibirsi, anche per cantare in concerto, in fiere come Romics ed eventi di genere. Ha trovato il suo posto all'interno della comunità, ma solo attraverso prove ed errori.

“Ogni volta è una nuova sfida per tutti noi", dice. “Un singolo costume richiede molto lavoro, e poi c’è anche la fase di immedesimazione nel personaggio. È un lavoro duro, ma la qualità viene spesso premiata. Il pubblico apprezza sempre un personaggio curato nel costume, nel trucco e in tutti i dettagli. " Oltre che per la sua attività di cosplay, Francesca è diventata famosa per una dote particolare: la sua voce.

"Ho preso lezioni di canto sin da piccola”, spiega Francesca “Musica e cosplay sono le mie due più grandi passioni. È davvero bello poter emozionare grandi e piccini in un vero e proprio spettacolo cosplay. È molto appagante." Beatrice, la cosplayer- modella con una passione per Jasmine Beatrice, che impersonerà Cat Woman, è appassionata di beauty e fashion e lavora come attrice e modella. Ma diventa a dir poco raggiante quando può immergersi nel mondo del cosplay.

“Ho un repertorio molto vasto di cosplay“ ci spiega “ma la mia preferita rimane Jasmine di Aladdin. Ho costruito la mia immagine principalmente su di lei e ormai per molti io sono Jasmine, che è anche il mio nome da cosplayer”. Noemi e l’attenzione ai dettagli Noemi, che vestirà i panni di Raven, fa cosplay da diversi anni ormai e per lei il miglior consiglio che si possa dare a chi si approccia per la prima volta a questo mondo, è iniziare con un personaggio che si ama. "Ho iniziato come Vaiana-Moana di Oceania della Disney” ci ha detto.

"Certo, c’è una grande concorrenza tra i cosplayer in grosse fandom come quelle della Disney. Ma sto sviluppando anche personaggi più di nicchia, per crescere più velocemente. L’importante comunque non è tanto ciò che si fa ma l’attenzione e la cura che metti nel preparare il tuo cosplay. Ne vale la pena." Francesca Avada Kedavra - l’arte del trucco e degli original Il Dc vs Marvel sarà per Francesca, che porta il nome di un incantesimo di Harry Potter, una vera sfida in quanto dovrà scegliere un personaggio a sopresa dei due universi.

Francesca infatti è specializzata negli “Original”, che è un genere particolare di cosplay: non si tratta infatti di riprodurre il personaggio di un fumetto, un cartone o una serie ma di creare un personaggio nuovo dal nulla. Francesca crea costumi di qualità e realizza make up molto elaborati ed apprezzati “ La soddisfazione più bella è ricevere i messaggi di apprezzamento dei miei followers, ma sono io a dover ringraziare loro per darmi la possibilità di realizzare i loro sogni.”

Alessia e il cosplay come rivincita Alessia è una cosplayer e modella di body painting apprezzata e seguita ormai da tempo. “Nel 2017 ho realizzato per la prima volta il cosplay di Black Canary” racconta “Volevo provare a mettermi nei panni di questo personaggio anche se non mi sentivo proprio a mio agio con il mio corpo...ero vulnerabile, non tanto perché mi vedessi brutta con questo cosplay ma perché non avevo abbastanza fiducia in me stessa. A due anni di distanza, presenterò una versione aggiornata e rifinita di questo personaggio, piena di luce.

È incredibile come una semplice passione come questa riesca a coinvolgere e spronare così tanto una persona a migliorarsi sempre di più e ad accettarsi con tutti i difetti ed i pregi che ha, dandogli la forza di mettersi in gioco, senza dare troppo peso ai giudizi altrui!” Giulia: quando il cosplay viene da Cinecittà Giulia è davvero un supereroe: di giorno attrice che si perfeziona alle Master Class di Michele Placido, di notte…cosplayer! “ Io sono specializzata in Harley Quinn. Non ho molti altri personaggi nel mio repertorio.

Di Harley mi piace che sia una sorta di "ragazza interrotta", una donna che vive ed esprime la sua femminilità in un modo inquietante e perfino un po’ tragico se si vuole. Ma la rabbia è anche donna, non è una prerogativa solo dei maschi; e la liberazione - e Harley è indubbiamente una figura libera - deve essere donna ancora di più, soprattutto di questi tempi.” Lina la dolcezza nascosta di una forte eroina Lina, architetto e modella di origine irachena, è una ragazza di una bellezza e di un carattere molto dolci, e tuttavia ha scelto Gamora “la donna più letale dell’Universo” di “Guardiani della Galassia” della Marvel, come marchio di fabbrica dei suoi cosplay.

“Ho altri personaggi di genere sci-fi in repertorio” ci spiega “ ma questo è quello che mi attira di più. Richiede molto tempo per la preparazione, come è facilmente intuibile. Ma quando poi mi fermano alle fiere, chiedono di farsi i selfie assieme a me e mi dicono “Sei quasi meglio di Zoe Saldana”…giuro che sono al settimo cielo!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Portami al concerto trap». E la mamma prova a saltare

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma