ROMA

La Notte della Cabbalà, al quartiere ebraico di Roma sabato 22 musica, mostre e dibattiti

Giovedì 20 Giugno 2019
Prende il via sabato 22 giugno con La Notte della Cabbalà il tradizionale appuntamento con “Ebraica - Festival Internazionale di Cultura, giunto alla sua dodicesima edizione. Fino a mercoledì 26 giugno il quartiere ebraico di Roma sarà animato da una serie di iniziative che, in occasione della ricorrenza dei cinquant’anni dall’allunaggio, ruoteranno intorno al tema scelto per questa edizione “Space. The final frontier”. Promosso dalla Comunità Ebraica di Roma e curato da Ariela Piattelli, Raffaella Spizzichino e Marco Panella, il festival rivolge il suo sguardo ai grandi temi del cambiamento e dell’innovazione, dedicandosi in questa edizione ad approfondire il concetto dello Spazio, intorno al quale raccogliere il contributo e le riflessioni di filosofi, intellettuali, scrittori, scienziati e artisti partendo da un punto di osservazione ebraico.

Sabato la celebre Notte della Cabbalà che vede tutta la zona tra lungotevere De’ Cenci e via del Portico d’Ottavia, tra via Arenula e il Teatro di Marcello diventare per una notte laboratorio a cielo aperto e luogo di dialogo tra culture diverse con una maratona di eventi culturali, musica, teatro, degustazioni, incontri letterari e cinema. In apertura del Festival, alle 22 di sabato, l’inaugurazione al Palazzo della Cultura della mostra
2001. Odissea nello Spazio. The Visual Gallery, voluta dai curatori come tributo a Stanley Kubrick nel ventennale della morte. A seguire, sempre a Palazzo della Cultura, il rabbino capo Riccardo Di Segni, l’astronauta Umberto Guidoni, il direttore delle relazioni internazionali dell’Agenzia Spaziale Italiana Gabriella Arrigo e il Presidente della Fondazione Leonardo Luciano Violante apriranno gli incontri del Festival con una Conversazione sullo Spazio. Alle 22.15 nei Giardini del Tempio l’incontro Dialogo Lunare, un excursus sui temi legati alla luna, da quelli religiosi fino ad arrivare agli aspetti più scientifici e psicanalitici con il rabbino Roberto della Rocca, la psicanalista Simona Argentieri e l’autore e astrofisico Gianluca Masi.

Tra le 22 e l’una apertura straordinaria a ingresso gratuito alla Grande Sinagoga e al Museo Ebraico. Dalle 23 a Palazzo della Cultura sarà protagonista la grande musica con Allunaggio Notturno, concerto eseguito dal Nuovo Quartetto di Perugia e realizzato in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia – Settore Alta Formazione. La grande tradizione classica incontra quella popolare ebraica, in un programma originale ed inusuale proposto dal Quartetto di Perugia. Alle "Dissonanze" di Mozart, pietra miliare del repertorio quartettistico tinta di misticismo, seguiranno arrangiamenti di brani tradizionali klezmer e yiddish. La luna farà da chiosa ideale al concerto, con una versione per quartetto di "Clair de Lune" di Claude Debussy. Alla Notte della Cabbalà non poteva mancare una riflessione sulla mistica ebraica, con una delle maggiori autrici e studiose della materia, Yarona Pinhas, che dopo la mezzanotte chiuderà la prima giornata del Festival con l’incontro
L’Universo: il senso del mistero nella Cabbalà. Ultimo aggiornamento: 4 Luglio, 20:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma