MEGHAN MARKLE

Meghan Markle, omaggio alla studentessa violentata e uccisa in Sudafrica. «È un suo gesto privato»

Sabato 28 Settembre 2019 di Emiliana Costa
Meghan Markle, l'omaggio alla studentessa violentata e uccisa in Sudafrica. «È un suo gesto privato»

Meghan Markle, durante il royal tour in Sudafrica, ha visitato il memoriale di una studentessa sudafricana assassinata come «gesto personale» dopo «averne seguito da vicino la tragica storia». Lo ha fatto sapere Buckingham Palace. Come riporta il Telegraph, Meghan ha reso omaggio all'ufficio postale dove Uyinene Mrwetyana, la studentessa di 19 anni dell'Università di Cape Town, è stata violentata e assassinata il mese scorso. Il crimine ha suscitato indignazione nel paese e ancora una volta ha messo in luce la questione degli alti tassi di violenza contro le donne in Sudafrica.

Meghan Markle, amore a gonfie vele con Harry. «Lui è in continua luna di miele, lei lo ammira»

Meghan ha scritto su un nastro giallo, lasciato sul posto, un messaggio nella lingua locale Xhosa: «Siamo uniti in questa situazione. Harry e Meghan il 26 settembre 2019». Lo riportano le immagini scattate dalla corrispondente reale del Sun, Emily Andrews. Un portavoce di Buckingham Palace ha dichiarato: «Possiamo confermare che all'inizio di questa settimana la duchessa ha fatto una visita privata al memoriale di Uyinene Mrwetyana. Dopo aver seguito da vicino la tragica storia, è stato un gesto personale che voleva fare». Per l'omicidio della giovane è stato arrestato un impiegato dell'ufficio postale di 42 anni.

Harry come mamma Lady Diana, il principe sui campi di mine in Angola
 

 

Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA