Anticorpo monoclonale "bispecifico" combatte le varianti Covid: lo studio su Nature

Anticorpo monoclonale bispecifico che combatte le varianti:
2 Minuti di Lettura

È stato sviluppato in Europa un nuovo anticorpo monoclonale bispecifico in grado di proteggere dalle varianti del Covid-19. La nuova terapia è il frutto di uno studio, pubblicato sulla rivista «Nature», finanziato dalla Commissione Europea e condotto da un team di ricercatori al quale ha partecipato la Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia. La notizia è stata rilanciata dallo stesso ente finanziatore del progetto di ricerca che attraverso il commento di Mariya Gabriel, Commissario per l'istruzione, gioventù, sport e cultura della Comunità Europea, ha espresso molta soddisfazione per il risultato: «Grazie al lavoro dei ricercatori finanziati dall'UE, questa nuova scoperta potrebbe prevenire e trattare i casi di Covid-19, salvando delle vite».

Covid e monoclonali, Sileri: «Cure diverse a seconda del paziente»

 

La peculiarità di questo anticorpo monoclonale consiste nel riconoscimento contemporaneo di due diversi antigeni del virus: da qui il nome di «anticorpo bispecifico». I ricercatori hanno unito due anticorpi naturali in una singola molecola artificiale e test preclinici hanno dimostrato che protegge dalle varianti di SARS-CoV-2, inclusa quella inglese. A differenza degli anticorpi che riconoscono un singolo antigene, il doppio legame degli anticorpi bispecifici riduce sensibilmente la selezione di varianti resistenti. L'anticorpo bispecifico ha elevata efficacia e caratteristiche che lo rendono un ottimo candidato per la sperimentazione clinica, con buone possibilità di utilizzo sia nella prevenzione della malattia sia nella cura di pazienti. 

Covid, spray per la gola e idrossiclorochina riducono rischio di infezione del 20%: lo studio di Singapore

Lunedì 26 Aprile 2021, 13:44 - Ultimo aggiornamento: 18:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA