COVID

Covid a Ostia, muore l'infermiere Raffaele Zagaria: aveva 40 anni, contagiato un mese fa

Martedì 9 Marzo 2021 di Alessia Marani
Covid a Ostia, muore l'infermiere Raffaele Zagaria: aveva 40 anni, contagiato un mese fa

Raffaele Zagaria, 40 anni, infermiere del reparto di Medicina dell'ospedale G. B. Grassi di Ostia è morto per Covid. Era stato ricoverato dapprima nella Terapia intensiva lidense poi subito spostato al policlinico Umberto I. Non aveva fatto in tempo a vaccinarsi. Si era ammalato più di un mese fa in concomitanza con un cluster di coronavirus esploso a fine gennaio nel suo reparto, quando fu necessario trasferire una ventina di persone. Lascia la moglie, anche lei infermiera, e due bambine piccole. Mercoledì pomeriggio si svolgeranno i funerali nella chiesa principale di Aversa, in provincia di Caserta, località di cui è originaria la sua famiglia.

Covid Teramo, muore l'avvocato Mariano Franchi: i primi sintomi un mese fa, poi il ricovero in due ospedali

Covid, morto in Abruzzo camionista padre di tre figli: aveva 49 anni

Sotto choc i colleghi che lo ricordano come un «professionista preparato e irreprensibile, sempre cordiale, educato, mai fuori luogo», soprattutto con una spiccata umanità che lo aveva sempre contraddistinto nell'operato. Tanti i messaggi di cordoglio e affetto per lui e la sua famiglia, ma anche tanta la rabbia per averlo perso. Zagaria aveva dedicato la vita alla sua missione di infermiere. Una passione che condivideva con la moglie, Pasqualina, in servizio al Cpo di Ostia. Giovanissimi, i due si erano trasferiti nel Nord Italia dove mancavano professionisti della sanità. Emigrati per lavoro, originari di San Giuliano d'Aversa, si erano poi riavvicinati a casa trasferendosi sul litorale. E tra pochi mesi avrebbero coronato il loro sogno: tornare a Caserta anche con le bambine. La coppia, infatti, aveva appena vinto la mobilità ottenendo il trasferimento in Campania. Avrebbero lasciato Ostia a settembre, in modo che le figlie potessero terminare quest'anno scolastico. «Invece, ora, Fefè - ricordano i colleghi - a casa tornerà da morto e non potremo neanche partecipare al funerale per questo maledetto Covid che ha già distrutto la vita a tanti, troppi, tra il personale sanitario». I colleghi eil "Decimo solidale" hanno chiesto di intitolare a Zagaria il reparto di Medicina.

Covid, superati i 100.000 morti: dalla poliziotta all'impiegato, ecco chi ha perso la vita. Tra i più colpiti i sanitari

Covid, una donna muore dopo un trapianto doppio di polmoni: «Il donatore era positivo»

Covid, morta un'altra dottoressa: addio a Maria Giuseppa, aveva 65 anni ed era di Palermo

 

 

Ultimo aggiornamento: 10 Marzo, 13:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA