Roma, nuovo raid al Liceo Peano: studenti vandali per una sfida su Instagram

Roma, nuovo raid al Liceo Peano: studenti vandali per una sfida su Instagram
di Pier Paolo Filippi Alessia Marani
2 Minuti di Lettura
Domenica 26 Gennaio 2020, 11:02

La folle sfida per danneggiare i licei dell'Ardeatino non si ferma. Tre denunciati, un maggiorenne e due minorenni. Altri due raid sono stati messi a segno la notte tra giovedì e venerdì e quella precedente ancora una volta al liceo scientifico Giuseppe Peano di via Morandini a Vigna Murata. E ancora una volta, i poliziotti di Tor Carbone sono riusciti a rovinare la festa agli autori, dapprima riusciti a dileguarsi ma poi rintracciati e denunciati tramite testimonianze e le riprese delle videocamere: si tratta, appunto, di altri tre studenti del quartiere. Prima di Natale ne erano stati sorpresi e denunciati altri sette: in cinque, quattordicenni, per avere telefonato a scuola minacciando la presenza di una bomba, in due, un 19enne e un 17enne, per avere vandalizzato il Primo Levi dopo avere rubato gli estintori al centro commerciale I Granai.
La dinamica è sempre la stessa. Prima scavalcano la recinzione, poi entrano nell'istituto sfondando una porta d'emergenza in vetro e una volta dentro si divertono a svuotare gli estintori. Nell'ultimo blitz, giovedì intorno alle 23, un cittadino ha notato due persone incappucciate fuggire dalla scuola e ha dato l'allarme alla polizia. Sul posto è arrivata una pattuglia del commissariato di polizia Tor Carbone che ha avviato delle ricerche in zona ma i due vandali si erano ormai dileguati. Ma in commissariato da tempo.

Telecamere anti-pusher nei licei: accordo Comune-Viminale


LE STORIES
Per consentire la pulizia della scuola dalla polvere degli estintori, le lezioni sono state sospese, tranne che per le quinte classi che si trovano in un'ala dell'edificio separata. La situazione sta diventando allarmante, non solo per liceo Peano, appunto, ma anche per le altre due scuole di via Morandini, il liceo Primo Levi e l'Iis aeronautico De Pinedo, coinvolti insieme al Ruiz dell'Eur nella folle sfida. A partire da ottobre nei confronti dei tre istituti si stanno verificando continui atti vandalici. All'origine dell'escalation vi sarebbe un gioco social, ovvero una insensata sfida tra i bulli delle scuole a chi raccoglie più like su Instagram. Una gara iniziata come una storia, con tanto di risultati aggiornati come nei tabellini del calcio, e che vedrebbe numerosi liceali coinvolti.
Al Peano scuola e famiglie sono in costante contatto con le forze dell'ordine. «Non riusciamo a capire cosa ci sia dietro a questo fenomeno dice Angela Di Fabio, la vice preside Abbiamo fatto numerosi incontri, con le altre scuole, con le famiglie, con gli studenti ma finora non è emerso niente». I danni non sono solo economici, circa mille euro per ogni blitz, ma anche per la didattica, continuamente interrotta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA