Lazio, strade, ferrovie e metro: dalla Salaria alla Roma-Pescara via a 11 grandi cantieri

Lazio, strade ferrovie e metro: dalla Salaria alla Roma-Pescara via a 11 grandi cantieri
di Fabio Rossi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Febbraio 2021, 13:54 - Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio, 07:18

Undici grandi interventi al via, tra strade, ferrovie e altre infrastrutture, per far ripartire l'economia e puntare sullo sviluppo della regione. «Nel Lazio apriamo cantieri materiali, come strade e ferrovie, e immateriali con investimenti sul digitale e l'università - sottolinea il governatore Nicola Zingaretti - Sono cose che si aspettavano da anni». Per otto di questi, peraltro, è stato avviato il commissariamento (sul modello del nuovo ponte di Genova) per velocizzare i tempi burocratici e snellire le procedure propedeutiche all'avvio dei lavori.

Scuole, tram e metro: via ai cantieri del 2021

Gli interventi

Si parte dalle strade, con il potenziamento del tratto laziale della Salaria (per un investimento di 700 milioni di euro), il completamento della Orte-Civitavecchia (472 milioni) e la bretella Cisterna-Valmontone (665 milioni). Quindi le linee ferroviarie, con il potenzamento della Roma-Pescara (1,3 miliardi di euro), la chiusura dell'anello ferroviario della Capitale (547 milioni) e il proseguimento della realizzazione della Metro C (3,7 miliardi). Quindi il potenziamento dell'acquedotto del Peschiera (700 milioni) e il rafforzamento della rete di pubblica sicurezza a Roma (20 milioni).

Ma ci sono anche altri tre interventi prioritari, inseriti nel decreto Semplificazioni: l'autostrada Roma-Latina (2,1 miliardi), il potenziamento della “Strada dei Parchi” (un miliardo per il tratto laziale) e il proseguimento della Civitavecchia-Livorno (300 milioni). «Oggi è una giornata per dire che è iniziata la ricostruzione  - spiega Zingaretti, intervenendo a un convegno alla Regione Lazio - e consegnare un messaggio alle persone: è durissima ma ce la faremo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA