Blitz antidroga: 16 arresti, tra loro anche un poliziotto. La centrale di spaccio in un parrucchiere al Trullo

Martedì 14 Gennaio 2020
Blitz antidroga: 16 arresti, tra loro anche un poliziotto. La centrale di spaccio in un parrucchiere al Trullo
Arrivava a mezzo milione di euro al mese il giro di affari nell'attività di spaccio del gruppo di 16 narcotrafficanti arrestati oggi dai carabinieri di Roma su richiesta della Dda. A capo della banda, attiva nelle piazze di spaccio del Trullo, Monteverde, Montespaccato e Pomezia, c'era Daniele Ferri 42 anni. Quartier generale dell'organizzazione era il salone di parrucchieri della madre di Ferri (estranea fatti) in via dei Monte delle Capre al Trullo, periferia sud della Capitale.

«Facciamo una guerra, non c'è problema. Poi mettiamo i pischelli a vendere la droga», afferma in una intercettazione Daniele Ferri. Il gruppo, secondo quanto è emerso dalle indagini avviate nel 2017, aveva a disposizione un vero e proprio arsenale che utilizzava per minacciare gli altri gruppi criminali e per impossessarsi di zone di spaccio.

I pm, coordinati dal procuratore Michele Prestipino, contestano agli arrestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga aggravata dall'uso di armi. Tra gli arrestati anche un appartenente alla polizia di Stato che forniva all'organizzazione supporto logistico e operativo, svolgendo anche il recupero crediti. 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi