CORONAVIRUS

Coronavirus Roma, Raggi: «Ville e parchi aperti da lunedì, no a picnic e feste». Set cinema blindati

Sabato 2 Maggio 2020

Ville, parchi, giardini,  istruzioni per l'uso al tempo del coronavirus. Su Facebook, la sindaca Virginia Raggi pubblica un vademecum per i cittadini. «Ci stiamo preparando ad aprire in sicurezza ville storiche, parchi e giardini pubblici di Roma, che da lunedì torneranno ad essere accessibili anche se con le dovute cautele e limitazioni», scrive su Fb la sindaca di Roma.

Coronavirus: oltre 15mila usciti dall'isolamento, un solo positivo in 24 ore

Nona vittima per coronavirus a Fondi: deceduto ai Castelli un uomo di 82 anni

La prima cautela «la più importante per evitare nuovi contagi, è il divieto di assembramento - spiega - Ma sarà comunque possibile passeggiare e fare attività fisica individuale nel rispetto delle distanze dalle altre persone. Ecco allora, un semplice vademecum per sapere sempre come comportarsi all'interno delle aree verdi della Capitale».

Coronavirus, parchi sorvegliati speciali dai carabinieri a cavallo: e da lunedì vigilanza aumentata

«L'ingresso è consentito solo a chi non presenta sintomi da infezione respiratoria e febbre e non è in quarantena. Sì alle passeggiate - prosegue - ma rigorosamente a 1 metro di distanza gli uni dagli altri. Sì anche all'attività sportiva individuale ma, in questo caso, i metri di distanza devono essere 2. Minori e persone non completamente autosufficienti possono passeggiare con l'accompagnatore sempre nel rispetto della distanza di sicurezza. Nelle aree verdi restano chiuse le aree gioco per i bambini. Vietato anche fare feste o pic-nic ed utilizzare le attrezzature sportive. Proibite anche le attività ludico ricreative come giochi e attività di gruppo. Nella Fase 2 dobbiamo convivere con il virus. Continuiamo a comportarci con la responsabilità con cui abbiamo agito fino a oggi. Se così non fosse - conclude Raggi - saremmo costretti a chiudere di nuovo i parchi, ma sono certa che non accadrà. Rispettiamo le regole e poco alla volta, e con cautela, potremo tornare a godere completamente dei nostri magnifici spazi verdi».
 


D’Amato (Sanità Lazio): “A giugno ospedale Spallanzani inizierà test su vaccino”

Roma, allerta assembramenti. Controlli in parchi e ville storiche della Capitale, nei principali snodi ferroviari, ai capolinea di bus, fermate metro e all'esterno dei locali che potranno riaprire per la vendita d'asporto. Pronto il piano sicurezza per l'avvio nella Capitale della Fase 2. I servizi di controllo delle forze dell'ordine verranno rimodulati per la nuova fase che scatterà dal 4 maggio, quando le maglie dei divieti si allenteranno e circoleranno più persone in città. L'attenzione da lunedì sarà focalizzata in particolare su eventuali assembramenti che possono crearsi e sul rispetto delle distanze di sicurezza. Sotto la lente anche gli scali ferroviari, aeroportuali, marittimi e le strade di ingresso e di uscita dalla città.

Roma, due magneti per riaprire un dotto biliare; l'eccezionale intervento al Gemelli

Set cinema blindati. Nel Lazio la produzione cinematografica potrà riprendere dal 4 maggio, e la Regione Lazio ha stilato delle indicazioni per il settore, presentate questa mattina in videoconferenza stampa. Si prevedono, tra l'altro, test sulle condizioni di salute degli attori prima delle riprese, l'utilizzo delle mascherine per tutti gli operatori e per gli attori quando non sono in scena, distanze di sicurezza quando possibile.

Ultimo aggiornamento: 14:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA