La Carovana della Prevenzione di Komen Italia fa tappa a Castel Romano con Maria Grazia Cucinotta

La Carovana della Prevenzione fa tappa a Castel Romano con Maria Grazia Cucinotta
di Lucilla Quaglia
2 Minuti di Lettura
Martedì 20 Settembre 2022, 22:10

«Con la prevenzione si salvano tante donne. E con questa iniziativa abbiamo convinto anche quelle più timorose a fare controlli annuali». Una splendida Maria Grazia Cucinotta, al fianco da vent'anni della Komen Italia, che si occupa della lotta ai tumori del seno, commenta con orgoglio la campagna dell’organizzazione rappresentata dal celebre fiocco rosa. Simbolo che invade gli spazi dell’outlet di Castel Romano per il tradizionale appuntamento con il tour dedicato alla salute delle donne: una Carovana della Prevenzione impegnata in tutta Italia, nei cinque centri del gruppo McArthurGlen, per offrire esami diagnostici gratuiti.


Anche oggi le unità mobili di Komen offriranno, in collaborazione con il Policlinico Gemelli, prestazioni cliniche gratuite per la diagnosi precoce del tumore al seno, con l’aiuto di medici e radiologi specializzati e l’utilizzo di strumenti di screening ad alta tecnologia. «Tutelare la salute delle donne – aggiunge la Ceo di Komen Italia Violante Guidotti Bentivoglio - significa difendere il benessere di una grande parte della propria collettività. Tra le malattie che minacciano in modo sostanziale la salute femminile, i tumori del seno rappresentano un rischio tra i più concreti».

Con oltre 56.000 nuovi casi l’anno solo in Italia, infatti, tale tipo di neoplasia è la più frequente nel sesso femminile. La sua incidenza è in continuo aumento, specie dopo la pandemia. E sebbene spesso si tratti di tumori curabili, in particolare quando identificati in fase iniziale, più di 1.000 donne ogni mese, nel nostro Paese, perdono la vita per questa malattia. E sono tante le presenze femminili che si avvicinano per un esame. Segno che la Carovana funziona. Saranno 500, al termine dell’operazione, i controlli effettuati nel Belpaese. Un bel traguardo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA