Banda in fuga a Roma, la polizia spara: un ferito. Inseguimento da film

La folle corsa conclusa alle 4 del mattino a Pomezia

Banda in fuga a Roma, la polizia spara: un ferito. Inseguimento da film
di Flaminia Savelli
4 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Agosto 2022, 07:22 - Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 08:18

L'assalto a un negozio in piena notte alla borgata Finocchio e poi la fuga che si è trasformata in un inseguimento da film, finito a colpi di pistola a Pomezia con un bandito ferito. La folle notte per una banda di ladri è iniziata poco dopo le due: con una macchina, un Suv Audi Q3, ha sfondato la serranda di un ferramenta in via Bolognetta, nella borgata Finocchio. L'allarme dell'esercizio commerciale è scattato subito e quando una pattuglia delle volanti della polizia è arrivata sul posto ha intercettato i malviventi. Così è iniziato un inseguimento a tutta velocità: la macchina degli agenti ha tallonato quella dei fuggitivi per oltre dieci chilometri fino a imboccare la via Collatina. A quel punto però, gli scassinatori hanno fatto perdere le proprie tracce con il fumo di un estintore gettato verso l'auto della polizia. All'altezza di via dell'Acqua Vergine - in direzione la Rustica - sono quindi spariti grazie anche a una seconda auto, la macchina di scorta della banda, entrata in azione proprio per rallentare l'inseguimento.

Roma, collezionista di orologi rapinato da finti poliziotti: «Quei due avevano i giubbotti degli agenti»


SENZA TRACCIA
Uno stratagemma che ha permesso ai ladri di guadagnarsi la fuga imboccando via Andrea Noale, a la Rustica, per poi imboccare il Gra dove hanno proseguito la fuga nella notte. Per oltre un'ora la polizia ha attivato i controlli a caccia dei fuggitivi tra Finocchio e la Rustica. Una caccia serrata che si è conclusa alle 4 del mattino sul litorale romano. Sono stati gli uomini della Squadra Mobile ha intercettarli grazie alle segnalazioni e alle telecamere di videosorveglianza delle uscite del Gra. Gli agenti della Mobile li hanno infine raggiunti a Pomezia mettendosi in scia al Suv. A quel punto, con il supporto dei colleghi, hanno intimato l'alt. Ma i fuggitivi invece di rallentare la corsa a tutta velocità, hanno accelerato ancora tentando così di scappare. Gli agenti hanno sparato dei colpi in aria intimando lo stop verso la macchina: uno dei proiettili ha ferito di striscio un componente della banda e solo a quel punto si sono fermati. Dopo tre ore di fuga è finita così la corsa dei banditi. Il ferito è stato trasportato all'ospedale San Camillo dove è tutt'ora ricoverato. Soccorsi anche gli altri tre: la macchina infatti ha finito la sua corsa cappottata. Sono ora in corso ulteriori accertamenti.

Roma, armato di pistola assalta portavalori e prende in ostaggio un vigilante: panico all'ufficio postale


Gli investigatori stanno cercando di risalire alla macchina di scorta della banda che è invece riuscita a scappare. Sarebbero almeno quattro le persone che erano all'interno.
LA BANDA
Secondo i primi accertamenti, i banditi fermati sarebbero quattro uomini di origini rom residenti ad Aprilia. Il sospetto dei poliziotti, è che dopo il colpo stessero tornando alla base operativa sul litorale romano. Sono inoltre in corso ulteriori controlli su alcuni colpi in serie messi a segno nelle settimane scorsa tra Finocchio e la Rustica. I poliziotti stanno incrociando in queste ore i dati e le denunce. Al vaglio pure le immagini delle telecamere di sicurezza: l'obiettivo è intanto accertare se la macchina utilizzata nei furti sia la stessa bloccata sabato notte a Pomezia.
Controlli e rilievi dunque proseguiranno anche nei prossimi giorni per chiudere il cerchio delle indagini sulla banda che per tutta la notte ha seminato il panico nella periferia della Capitale e sospettata di numerosi colpi in serie.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA