Anzio, degrado alla stazione: pendolari in balìa dei vandali

Mercoledì 3 Febbraio 2021 di Ivo Iannozzi
Anzio, degrado alla stazione pendolari in balìa dei vandali

Non è certo il miglior biglietto da visita della città per chi arriva ad Anzio in treno e scende alla fermata della stazione ferroviaria di piazza Palomba. Il cavalcavia pedonale della ferrovia versa infatti nel più completo degrado tanto da essere stato interdetto al pubblico per motivi di sicurezza, mentre la zona del parcheggio utilizzata dai pendolari è ugualmente in stato di abbandono; la conferma viene dalle rastrelliere per le biciclette: sono inutilizzate e abbandonate da anni, aggredite dalla ruggine. Un quadro desolante che stride con i recenti lavori di rifacimento della elegante pavimentazione dei marciapiedi della vicina via Paolini, la strada che dalla stazione porta al centro di Anzio.

Un senso di abbandono, quello del parcheggio della ferrovia, accompagnato dalle proteste dei tanti pendolari che lasciano la propria autovettura con il rischio di ritrovarla danneggiata dai vandali quando tornano a riprenderla. «Purtroppo accade spesso di ritrovare le macchine danneggiate - spiega Giovanni, un impiegato statale che si reca tutti i giorni a Roma in ufficio - In alcuni casi sono stati anche sfondati i vetri dei finestrini per compiere un furto magari di oggetti di poco conto. Il problema è che la sera l’illuminazione è scarsa, i controlli del parcheggio non ci sono e le autovetture diventano facile obiettivo della microcriminalità. Anche se centrale, la zona è purtroppo trascurata». Le lamentele dei pendolari non mancano: «se l’area fosse curata e non lasciata in stato di abbandono – spiega Alessandro, uno studente universitario – forse i malintenzionati eviterebbero di fare incursioni vandaliche. E invece è purtroppo inevitabile che il degrado attiri vandali e ladruncoli». La zona del parcheggio della stazione ferroviaria fa parte della “La Piccola” la vasta area compresa tra via Roma, Viale Mencacci e la strada ferrata. Si tratta di 26 mila metri quadrati che di recente il Comune di Anzio ha acquistato dalle Ferrovie per un milione di euro. In proposito l’amministrazione comunale sta già elaborando il progetto per riqualificazione dell’area che potrebbe ospitare un parcheggio per almeno settecento autovetture.

«Ci rendiamo conto che possono esserci dei problemi sulla parte della parcheggio a ridosso della stazione utilizzato dai pendolari - spiega l’assessore al patrimonio del Comune di Anzio Eugenio Ruggero - ma stiamo lavorando per realizzare un grande parcheggio con servizi». In questo caso l’obiettivo del Comune è di procedere con il project financing: ossia affidare al privato la progettazione e realizzazione del parcheggio che poi lo gestirà per un certo numero di anni. «Riteniamo che l’area della Piccola – spiega ancora l’assessore Ruggiero – sia una valvola di sfogo importante per trovare parcheggio avendo il centro a poche centinaia di metri. Una soluzione che negli ultimi anni abbiamo sperimentato con successo grazie alla disponibilità delle Ferrovie che hanno sempre concesso l’area nel periodo estivo quando i posti auto non bastano mai». Resta il problema dello stato di degrado del cavalcavia della ferrovia che il comando della polizia locale di Anzio qualche mese fa aveva interdetto al passaggio dei pedoni. Ma le transenne sono state rimosse sia dalla parte di viale Mencacci che da quella di via degli Oleandri e il cavalcavia è tornato ad essere percorso dai pedoni. «In questo caso – spiega ancora l’assessore al Patrimonio Ruggiero – la competenza è delle Ferrovie che abbiamo sollecitato a mettere in sicurezza il cavalcavia. Speriamo che l’intervento sia effettuato al più presto». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA