Roma, piede umano trovato vicino all'Aniene: indaga la polizia

Roma, piede umano trovato vicino all'Aniene: indaga la polizia
di Marco De Risi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Agosto 2015, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 22:37

Una scoperta raccapricciante. In una stradina che costeggia la Tangenziale vicina al fiume Aniene è stato scoperto un arto umano: si tratta di un piede sinistro mozzato di netto all’altezza della caviglia.

E’ stato un anonimo ad avvertire la polizia, che indaga sul macabro ritrovamento, raccontando di aver visto l'arto in via Foce dell’Aniene. Giunti sul posto, gli agenti hanno effettivamente trovato il piede di cui parlava la telefonata. Sull'arto ci sarebbe un tatuaggio che recita: «Oggi è bello morire, irriducibili Lazio».

Sul posto la polizia scientifica e il medico legale. Varie l’ipotesi, fra le quali quella per cui potrebbe trattarsi di un omicidio in cui l’assassino avrebbe sezionato la vittima. E già a poche ore dalla scoperto è stato effettuato il campionamento del Dna al Gemelli. Le buone condizioni dell'arto fanno pensare ad un'amputazione recente. Gli investigatori ricordando anche che a volte gli assassini hanno fatto ritrovare cadaveri privi di parti che avrebbero facilitato il riconoscimento del vittima: i casi classici indicano il taglio delle dita e o delle mani per impedire la comparazione dell'impronte digitali. Quel tatuaggio, insomma, potrebbe davvero aiutare a individuare un nome. Ma in questa occasione l'arto amputato è stato trovato prima dell'eventuale cadavere. Forse perché l'assassino non l'ha nascosto con sufficiente attenzione rispetto a quella riservata alla salma.