Roma, catturato il ladro con il mazzo di fiori: si fingeva parente in visita negli ospedali per derubare le malate

Roma, catturato il ladro con il mazzo di fiori: si fingeva parente in visita negli ospedali per derubare le malate
di Enrico Gregori
1 Minuto di Lettura
Sabato 21 Novembre 2015, 02:34 - Ultimo aggiornamento: 6 Novembre, 23:00

​Specialista dei furti dentro gli ospedali, entra con un mazzo di fiori simulando di far visita a un parente. Ma, appena dentro il policlinico "Gemelli", entra nella prima stanza che trova vuota e comincia a rovistare nelle borse. Vittima di questo Arsenio Lupin dei nosocomi è stata una signora romana di 52 anni, momentaneamente in bagno. Il ladro ha preso il portafoglio contenente circa 100 euro e ha tentato di svignarsela. Il personale di sicurezza lo ha notato, ma ancor di più è stato immediatamente avvistato dai carabinieri in borghese della compagnia Trionfale che svolgono controlli dentro il "Gemelli" proprio per scongiurare questo tipo di furti.

L'uomo, infatti, è un romano di 44 anni che già in passato si era reso protagonista di imprese analoghe. Ammanettato, non ha potuto inventare qualcosa di fantasioso per negare le sue responsabilità in quanto aveva in tasca il portafoglio della signora ricoverata. Il "Gemelli", data la sua vastità, è sottoposto a numerosi controlli da parte dei carabinieri. Monitorato anche il parcheggio, dove spesso i predatori cercano i loro bottini nelle auto di pazienti e parenti dei ricoverati conoscendo al dettaglio gli orari migliori nei quali è più facile mettere a segno i furti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA