Rieti, «Abusivi nelle palestre»,
denuncia contro il sindaco

Giovedì 19 Settembre 2019 di Raffaella Di Claudio
Davide Basilicata
RIETI - «Nel comune di Fara Sabina ci sono attività motorie e sportive esercitate abusivamente nelle palestre ubicate sul territorio comunale». È con questa convinzione che il titolare di una palestra di Passo Corese dopo due anni di esposti, indirizzati a Comune di Fara Sabina e a un lungo elenco di istituzioni, ma rimasti finora inascoltati, ha deciso di presentare denuncia – querela nei confronti del sindaco di Fara Sabina, Davide Basilicata. Ma non solo. Nel documento depositato il 14 settembre presso la stazione dei carabinieri di Passo Corese, il proprietario della palestra chiede provvedimenti anche per tutti i soggetti che dal 2016 a oggi si «siano resi responsabili del mancato controllo sulle regolarità dei requisiti richiesti per l’esercizio delle suddette attività rilasciando abusivamente in spregio di normative urbanistiche, antincendio, antinfortunistiche a tutela della sicurezza e salute pubblica e a danno dell’attività esercitata dal querelante». Di tutti coloro che nello svolgimento delle proprie funzioni amministrative abbiano «omesso qualsiasi tipo di controllo sulla gestione delle altre attività operanti nel territorio comunale di Fara Sabina».

L’imprenditore comincia a conoscere la realtà sportiva farense nel 2015 quando decide aprire la sua palestra, ma dopo aver presentato la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) viene diffidato dal Suap di Fara Sabina a proseguire l’attività. Inizia un calvario di regolamentazioni e adempimenti che si conclude nel settembre 2016, quando il centro sportivo può finalmente riaprire.

«Abbiamo dovuto affrontare un percorso oneroso dal punto di vista economico al quale le altre palestre del territorio – spiega l’imprenditore – non sono state sottoposte. Per questa ragione, ho voluto dare vita questa battaglia di legalità, inviando diversi esposti al Comune, forze dell’ordine e altre istituzioni per chiedere di controllare eventuali irregolarità a mio avviso presenti in palestre e impianti sportivi comunali. Ma nulla si è mosso, perciò ho deciso di sporgere denuncia-querela nei confronti del sindaco e di chiunque non abbia controllato». Nella copiosa documentazione allegata alla denuncia, si legge anche «che nonostante la Asl nel 2014 abbia indirizzato al sindaco un invito a provvedere alla chiusura di una palestra operante a Fara Sabina, ad oggi il sindaco non ha né accolto l’invito né regolarizzato l’attività». Provato a contattare telefonicamente da Il Messaggero, allo scopo di conoscerne la posizione in merito alla vicenda, il primo cittadino Davide Basilicata non ha risposto. Ultimo aggiornamento: 14:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma