Lions club Amatrice Micigliano Terminillo e la Porta Sociale del Comune di Rieti intensificano la lotta alla povertà

Lions club Amatrice Micigliano Terminillo e la Porta Sociale del Comune di Rieti intensificano la lotta alla povertà
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Marzo 2022, 09:26

RIETI - Molte famiglie e comunità stanno attraversando un momento di grande difficoltà economica che si è andato ad aggravare per effetto della pandemia e anche per il recente conflitto in Ucraina che ha determinato un consistente flusso di rifugiati sul territorio. Le istituzioni si sono mobilitate per far fronte a queste situazioni di emergenza con il contributo fondamentale del mondo del volontariato realizzando forme di collaborazione strutturate per rendere più efficaci gli interventi di sostegno. Il Lions Club Amatrice Micigliano Terminillo ed il Comune di Rieti, assessorato ai servizi sociali, hanno siglato recentemente un accordo di collaborazione che, attraverso lo straordinario impegno dei volontari della Porta Sociale, consentono di sostenere famiglie e comunità con la distribuzione di consistenti quantità di prodotti alimentari.

Il Presidente del Lions Club Amatrice Micigliano Terminillo Alessandro Acciai ed il responsabile del progetto della “Lotta alla Povertà” Gianni Turina, nel ringraziare il grande impegno profuso dai soci del Club e dai volontari coordinati da Nanina Paolucci, risultati di particolare importanza per l’aspetto logistico, fanno il punto della situazione nei due mesi in cui è stata intensificata l’azione sociale, iniziata comunque negli anni precedenti dal Lions Club.

L’assessore ai servizi sociali Giovanna Palomba, esprime soddisfazione per i risultati che si stanno ottenendo frutto della collaborazione tra le istituzioni ed il mondo del volontariato che in questi momenti è di grande supporto per far fronte a situazioni di particolare emergenza e ringrazia il Lions Club Amatrice Micigliano Terminillo sempre vicino e a sostegno dei meno fortunati e tutti coloro che contribuiscono in modo significativo all’azione sociale sul territorio.

Attraverso l’affiliazione al Banco Alimentare, è stato possibile approvvigionarsi di consistenti quantitativi di prodotti alimentari che vengono distribuiti costantemente con cadenza due volte o tre volte alla settimana a realtà in condizioni di grave disagio economico e sociale secondo un piano condiviso.

Negli ultimi due mesi sono state effettuate oltre 25 forniture di generi alimentari a comunità sociali, religiose e a famiglie per un totale di circa 2.500 di persone servite e per un quantitativo di prodotti di alcune tonnellate.

Tale servizio non rappresenta un intervento una tantum ma un intervento strutturato che consente un sostegno costante alle persone in difficoltà.

Un risultato possibile soltanto con la collaborazione di tutti coloro che hanno nel cuore un vero spirito di solidarietà e perseguono il motto del We Serve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA