Rieti, a Casperia tre giorni
col Festival delle Eccezioni

Martedì 17 Settembre 2019 di Paolo Annibaldi
RIETI - Un weekend a Casperia col Festival delle Eccezioni, Da venerdì prossimo a domenica nell’antico centro storico del borgo sabino  la seconda edizione della rassegna con spettacoli, installazioni e laboratori. L’evento, promosso e organizzato dall’Associazione culturale Schegge di Cotone con il patrocinio del Comune di Casperia e con il contributo della Fondazione Varrone, porterà nel borgo incontri, installazioni, esibizioni e laboratori: tanti appuntamenti culturali gratuiti e aperti al pubblico dedicati al tema del “Piccolo”.

IL MOTTO
"Non faremo le cose in grande" è infatti il motto di un Festival che parlerà di  tutto ciò che è piccolo. Dal 20 al 22 settembre, tre giorni per riscoprire i valori di una dimensione controcorrente , ma punto di partenza per fare rete e per crescere. Un programma fitto, con eventi culturali gratuiti, incontri, installazioni, esibizioni e laboratori aperti al pubblico.

ARTISTI E PROGRAMMA
Gregorio Arena racconterà il lavoro sviluppato dalla rete di Labsus. Dall’ambiente alla poesia e letteratura con l’introduzione agli haiku e la poesia minima con Riccardo Duranti e l’approfondimento letterario su Robert Walser spiegato dallo scrittore Jean Talon. Poi l’’astronomia: fra i tanti incontri, Catalina Corceanu dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare si concentrerà sulla seconda rivoluzione quantistica, Valerio Vagelli dell’Agenzia Spaziale Italiana sulle astroparticelle. Prevista anche la mostra con le illustrazioni per l’infanzia di Alessandra Forte e quella sui libri tascabili di Raimondo Di Maio, i laboratori sulla stampa a cura di Betterpress e quelli del Museo del Fiume di Nazzano, gli spettacoli di Giardinaggio Planetario di Lorenza Zambon e Piccoli funerali di Maurizio Rippa e Amedeo Monda, fino alla musica e le regole linguistiche del dialetto romano di Lucio Leoni e Marco Colonna.
Gli abitanti di Casperia saranno parte attiva: hanno aperto le porte delle loro case per dare il via a un progetto di ospitalità diffusa che permetta di sostenere il Festival. La Pro loco, invece, contribuirà offrendo i pasti per i volontari, gli organizzatori e i relatori.
Cittadini e pubblico parteciperanno inoltre alla realizzazione di un arazzo che sarà donato al Comune, tessuto e curato da Barbara della Polla. L’opera ruoterà attorno alla frase dell’artista Maria Lai: “L’opera d’arte occupa un piccolo spazio, ma come l’atomo, può sconvolgere uno spazio immenso.”

ECCEZIONI OFF
Nei tre giorni del festival è previsto anche Eccezioni Off, un calendario parallelo di iniziative pensate e proposte dal territorio stesso: dal Teatro Medicina, a cura di Paola Garibotti, al Piccolo Mercato Artigiano di Naturalmente Casperia. Per l’occasione, si potranno ammirare le sale di Palazzo Forani grazie alle visite guidate coordinate dall’associazione ForArte; il pubblico potrà anche contribuire alla creazione di un ritratto collettivo lasciando una fototessera presso il Piccolo Spazio Dada; Emanuele Di Giacomo porterà invece a Casperia “Una cartolina eccezionale”, una cartolina - con ben 11 mila parole - scritta dal professore Nicola d’Urso.
Infine, gli amanti del gusto e dei sapori potranno fermarsi alla Sagra del Tartufo, sabato, organizzata dalla Pro loco di Casperia. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma