Fara Sabina, parcheggio a pagamento vuoto e auto nelle strade circostanti

Il parcheggio
di Raffaella Di Claudio
3 Minuti di Lettura
Domenica 19 Settembre 2021, 00:10

RIETI - Il 6 settembre è stato attivato il parcheggio a pagamento in località Prato dell’Olmo (Passo Corese), alla stazione ferroviaria di Fara Sabina, ma da quel giorno è quasi sempre deserto. La gestione dell’area di sosta, che prevede 274 posti ed è totalmente videosorvegliata, è stata affidata dal Comune di Montelibretti (competente per territorio) alla società Park it. Il servizio, però, stando alle foto dal 6 settembre a oggi che lo ritraggono sempre vuoto, viene considerato dai pendolari l’ultimissima spiaggia. Prima ci sono le aree bianche, poi le strade che conducono al capolinea Cotral, poi via Garibaldi, nuovamente invasa di auto. Contro l’iniziativa del Comune di Montelibretti di istituire la sosta a pagamento è intervenuta la minoranza di Noi Fara. «A occhio e croce - esordisce la presidente dell’omonima associazione, Maria Di Giovambattista - l’idea di far fare cassa al Comune di Montelibretti non è stata molto gradita dai cittadini di Fara. Il parcheggio bipiano a pagamento è sempre vuoto. Nell’area in cui i parcheggi sono gratuiti e nella via di accesso nascono posti auto non regolamentati. A via Garibaldi diventa sempre più difficile parcheggiare, le macchine arrivano nei pressi della casa cantoniera e chi frequenta la zona vive il disagio di non trovare posto per andare in qualsiasi negozio della via. Vista la scarsa attenzione per pendolari e commercianti, non ci stupirebbe vedere presto i vigili fare le multe. É evidente come questo provvedimento sia dannoso e privo di ogni prospettiva. L’amministrazione di Fara, anziché difenderlo, doveva opporsi con ogni mezzo».

Le osservazioni
Per il sindaco di Montelibretti, Luca Branciani, però, «questo gruppo sta mettendo in atto una strumentalizzazione politica che mi offende perché io questo tipo di politica non la pratico: instilla odio usando il Comune di Montelibretti per attaccare quello di Fara. Abbiamo riqualificato tutta l’area, bonificando discariche all’ingresso di Passo Corese, realizzando un capolinea all’avanguardia dove a breve verrà attivata anche una tavola calda e si procederà a riasfaltare la strada, dall’ingresso fino al parcheggio, una parte del quale è accessibile con il pagamento di soli 50 centesimi al giorno. Da tre anni stiamo pagando 30mila euro l’anno per sdemanializzare quell’area. Il mio compito è difendere i cittadini di Montelibretti nel rispetto di quelli degli altri comuni, perché eroghiamo servizi utilizzati da tutti e lo abbiamo sempre fatto con piacere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA