Rieti, furto di energia elettrica
da parte di un pensionato:
arrestato dai carabinieri

Venerdì 23 Marzo 2018
Il cavo

RIETI - I carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo di Rieti in collaborazione con il personale del norm della locale compagnia, hanno scoperto un ennesimo furto di energia elettrica a danno dell’ente erogatore.
Stavolta e’ stato piu’ difficile del solito scoprire il reato.
P. G., sessantenne pensionato, residente nella periferia di Rieti, l’aveva studiata benissimo. Era riuscito ad allacciarsi alla linea elettrica dell’illuminazione pubblica comunale che scorre sotto terra, a mezzo di un cavo e di un dispositivo d’innesto. Praticamente invisibile a tutti, ma che i carabinieri sono riusciti a scovare dopo un capillare e lungo sopralluogo durato tutta la mattinata di ieri, nella proprieta’ dello stesso. A far intervenire i militari, e’ stata una segnalazione dell’ente erogatore dell’energia elettrica che aveva riscontrato una sensibile anomalia dei consumi nel corso degli ultimi due anni.
Il danno contabilizzato dalla societa’ erogatrice dell’energia, ammonta a circa 15.000 euro.
Il cavo e il dispositivo d’innesto e’ stato posto sotto sequestro dai carabinieri, la rete elettrica prontamente ripristinata da parte del personale tecnico della societa’ mentre il pensionato, e’ stato dichiarato in arresto per furto aggravato di energia elettrica e tradotto in regime di arresti domiciliari cosi’ come disposto dall’autorita’ giudiziaria.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA