Nei plessi di Fara Sabina si andrà avanti con la dad fino al 15 gennaio

Nei plessi di Fara Sabina si andrà avanti con la dad fino al 15 gennaio
di Samuele Annibaldi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Gennaio 2021, 13:12

RIETI - Si andrà avanti fino al 15 gennaio prossimo (per il momento) con la Didattica a distanza nei plessi di Fara Sabina nei quali, nei giorni scorsi, si sono rilevati casi di positività tra bambini e docenti  (da Talocci a Passo Corese). In accordo e su disposizione della dirigente scolastica, valutata attentamente la situazione all’interno dei plessi scolastici del territorio di Fara in Sabina, dove ancora ieri si sono registrati casi di positività al Covid-19, e considerate le richieste dei rappresentanti dei genitori,  il sindaco Roberta Cuneo ha comunicato che si procederà con la Didattica a distanza fino a venerdì 15 gennaio.

Il sindaco

«Pur comprendendo perfettamente le difficoltà e i disagi delle famiglie – spiega Roberta Cuneo-  ad oggi il proseguimento della Dad risulta essere la strada migliore per tutelare il diritto allo studio dei nostri giovani e contemporaneamente garantire la salute e la sicurezza di tutti e di ciascuno. Ricordo alle famiglie che dovessero avere difficoltà ad attuare la Dad per mancanza di mezzi, quali pc o tablet, che la scuola ha la possibilità di concedere in uso gratuito dispositivi tecnologici su richiesta delle famiglie. Anche l’amministrazione collaborerà nella distribuzione di pc o tablet per permettere a tutti gli alunni di frequentare le lezioni. Rispetto agli attacchi di questi giorni, voglio ricordare che ogni decisione viene presa in accordo e su istanza della dirigenza scolastica, valutando giornalmente una situazione in continua evoluzione, prendendo tempestive decisioni nell’unico interesse dei bambini e delle famiglie. Chiedo a tutti, soprattutto in questa fase, spirito di collaborazione per il bene della comunità. Stiamo lavorando continuamente, insieme alle autorità preposte, per monitorare attentamente la situazione dei contagi, e permettere il prima possibile il ritorno a scuola dei nostri bambini, in presenza e in sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA