Rieti, gli appuntamenti della domenica
in città e in tutto il Reatino

Carnevalone Liberato
RIETI - Gli appuntamenti della domenica in tutto il Reatino.

Torna a Poggio Mirteto il carnevale più alternativo e originale d’Italia. Il «Carnevalone Liberato», nato per celebrare la rivolta popolare del 1861, grazie alla quale Poggio Mirteto si rese indipendente dallo Stato Pontificio. Come vuole la tradizione, il «Carnevalone Liberato» si celebra la prima domenica di Quaresima, da piazza Martiri della Libertà fino alle altre piazze e vie del centro storico. Questa festa anticlericale è unica nel suo genere e proporrà nel programma allestito dagli organizzatori dell’Arci spettacoli musicali e artisti di strada, giocolieri e teatro di strada, musicanti e coreografie dei vari gruppi che si ritroveranno nel paese mirtense a migliaia. Il «Carnevalone Liberato», nato appunto come festa anticlericale, nel tempo ha un po’ cambiato connotati facendo comunque della satira, politica e non, il suo punto di forza. Tante le attrazioni domenica ad iniziare dall’entrata in piazza alle 10 del simbolo della festa, il Bammoccio. Alle 12 aprono gli stand gastronomici e dalle 13 partono gli spettacoli tra artisti di strada, bande marcianti, musicisti. Fino all’imbrunire, quando ci sarà il rito del rogo della Pantasima e del Bammoccio.

E la prima domenica di Quaresima segna anche il momento della festa del polentone a Castel di Tora: aringa, tonno, baccalà e alici sono gli ingredienti con i quali, nel borgo sul Turano, si prepara il sugo di magro con il quale si condisce questa specialità. Castel di Tora è uno dei sedici paesi che compongono l’Associazione culturale dei «Polentari d’Italia», uniti dalla stessa voglia di riscoprire le tradizioni e confrontarsi attraverso questo piatto. Il «Polentone di Castel di Tora», oltretutto, ha ormai varcato i confini regionali al punto che sempre più spesso la Pro loco viene invitata in altri paesi per offrirne la degustazione. Alle 12, all’interno di una struttura al coperto, inizierà la distribuzione del polentone. Previsti intrattenimenti folkloristici e musicali. Inoltre stand di prodotti agroalimentari e di artigianato.

Originale iniziativa a Castelnuovo di Farfa, dalle 15, tra arte e lettura che si uniscono in un viaggio sensoriale all’interno delle sale del Museo dell’Olio della Sabina. Ci sarà una lettura condivisa ispirata ai tanti poeti e scrittori che si sono ispirati all’olivo nei loro scritti e componimenti, che avrà luogo alla fine del percorso tra le opere e le installazioni artistiche del Museo, presso la Sala del Gioco dell’Oca.
Domenica 18 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:27

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP