Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bike sharing: del progetto
restano 25 bici in magazzino

Postazioni vuote del bike sharing
di Emanuele Laurenzi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Aprile 2014, 06:11 - Ultimo aggiornamento: 14:59

RIETI - Avete voluto la bicicletta? Tranquilli, non dovrete pedalare. Rieti riesce ancora una volta nell'impresa di rovesciare i detti popolari, regalando alle cronache l'ennesimo caso di sperpero di denaro pubblico, condiviso tanto dall'amministrazione Emili quanto dalla giunta Petrangeli.

BICICLETTE ABBANDONATE

Abbandonate e impolverate, giacciono da mesi in un magazzino comunale le 25 biciclette acquistate nell'ambito del progetto «Rietinbici», che prevedeva un programma di bike sharing con utilizzo anche di cicli elettrici da prelevare e lasciare in quattro postazioni, dislocate in punti strategici della città. Unica traccia di quel progetto, sono proprio quelle colonnine, immobili come cattedrali nel deserto. Una denuncia arrivata dal Meetup Amici di Beppe Grillo «Grilli Parlanti di Rieti».

LA GRANCASSA DI ARAGONA

L'avvio del servizio di bike sharing fu annunciato in pompa magna dal comandante della Municipale, Enrico Aragona, con tanto di conferenza stampa, creazione di sito internet e campagna di comunicazione a colpi di volantini. La scorsa estate, dopo tante parole, furono installate anche le quattro postazioni: a piazza Battisti, piazza Mazzini, piazza Cavour e nella zona del Tribunale. «Le colonnine sono state lasciate all'aperto per l'intera stagione invernale - denunciano i Grilli parlanti - senza un banale ma opportuno riparo, rovinate dalle intemperie della stagione, causandone il loro deterioramento. E' mai possibile che nessuno della manutenzione o della stessa amministrazione abbia pensato di preservarle per la bella stagione? La risposta è purtroppo amaramente scontata».

SPRECO INFINITO

Ma lo spreco non è finito. I Grilli parlanti hanno chiesto notizie delle biciclette mai arrivate nelle postazioni. «Esistono ma sono inutilizzate per il progetto bike sharing - spiegano - e non se ne conoscono i tempi di realizzazione. Esiste solo un servizio limitato, da e verso l'ufficio sotto il palazzo comunale». Le 25 biciclette acquistate per il progetto, sono abbandonate in un magazzino comunale a prender polvere, senza la possibilità di utilizzo da parte di cittadini o turisti. Un vero e proprio caso per il quale i Grilli parlanti reatini chiedono un'immediata soluzione.