Ceramiche e ascia dell'età preistorica:
Configni alla scoperta delle proprie radici

Sabato 30 Maggio 2015 di Raffaella Di Claudio
CONFIGNI - Il ritrovamento di alcuni frammenti ceramici e di un’ascia di età preistorica forniscono l’occasione a Configni per raccogliere dati sulle categorie di beni di interesse storico-monumentale e naturalistico del territorio. Così per cercare di evidenziare criticità e potenzialità, domenica 31 maggio, alle ore 11, presso la sede comunale, l’archeologo Giorgio Filippi dei Musei Vaticani terrà una conferenza dal titolo “Configni, alla ricerca del patrimonio culturale e ambientale del territorio”.



Interverranno: Alessandro Betori (Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale), Cristiano Ranieri (Gruppo Speleo-Archeologico Vespertilio), il Gruppo Speleologico Sabino e l’Associazione La Venta.



L’amministrazione comunale, per l’occasione, ha esposto alcuni cimeli storici (statuto di Configni del 1539) e reperti archeologici (industria litica, metalli e ceramica provenienti da ritrovamenti sporadici nel territorio). È stata allestita anche una piccola mostra fotografico-documentaria sui principali elementi di interesse archeologico, storico-monumentale e naturalistico localizzati in una carta tematica del territorio.



Nel pomeriggio è prevista un’escursione sul Monte Cosce. A fare da cornice, la XIII Sagra del Fungo Prugnolo e dell’Asparago Selvatico.

Ultimo aggiornamento: 20:56

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il pupo gioca a pallone il Natale costa 200 euro

di Mimmo Ferretti