Migranti, il piano del Viminale per alleggerire pressione su Roma

di Sara Menafra
Non si può ancora parlare di allarme rosso, anche perché i numeri del Viminale dicono che rispetto all’anno scorso i migranti in arrivo in Italia sono sostanzialmente stabili, con una crescita del 5%. Ma tra i tanti problemi di gestione concreta del fenomeno, uno dei più rilevanti tocca la distribuzione dell’accoglienza nelle singole province e regioni. Le grandi città e tra queste in particolare Roma, sono un polo di attrazione per chi arriva in cerca di una sistemazione definitiva o di un passaggio per spostarsi ancora. Per questo, anche partendo dalla richiesta di soluzioni rapide lanciato ieri dal sindaco Virginia Raggi, per i prossimi mesi, il Dipartimento libertà civili e immigrazione sta pensando a rivedere la distribuzione dell’accoglienza sul territorio nazionale, invitando le Regioni a coinvolgere in modo più omogeneo le singole strutture provinciali. L’indicazione, però, non potrà essere un ordine perentorio: il protocollo firmato nel 2014 affida alle Regioni il compito di stabilire chi mandare dove, una volta fissati i numeri per area, ma la “moral suasion” anche sui prefetti dovrebbe giocare la sua parte.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 9 Luglio 2016 - Ultimo aggiornamento: 17:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2016-07-11 14:41:37
Dati del Viminale falsi e tendenziosi non tengono conto di tutti i clandestini che ci sono nel nostro amato paese ormai alla rovina piu' totale. NOI VI RIPAGHIAMO CON LA STESSA MONETA "VOGLIAMO USCIRE DALL'EUROPA"
2016-07-09 23:32:58
Appena tornata da emilia romagna l'italia si somiglia a mogadischu'. Africani che dovrebbe essere, la nostra risorse, secondo la boldrini, che girovagano e non fanno niente di utile. Italiani poveri costretti a domandare elemosine contro stranieri prepotenti che non meritano nulla.
2016-07-09 17:55:06
Sarebbe ora, ultimamente ci siamo un po' appesantiti! *** (; - BdV/Anchise
2016-07-09 17:54:05
A ben vedere i casamonica non avevano sbagliato di troppo ad identificare il fu vittorio come rè di roma, la città è in mano a clan di rom, profughi, senzatetto, infilati ovunque vi sia uno spazio o addirittura pertugio. Come si fa a parlare di migrazione? siamo il cassonetto d' europa altrochè.
2016-07-09 17:51:40
Qua sono tutti migranti, caminanti, mendicanti.....ma dargli la cittadinanza italiana e costringerli a pagare le tasse, Lavorare, alzarsi alle 5 del mattino e farsi qualche ora nel traffico? Vedi che fugone :-)
QUICKMAP