Hannover, evacuate 50mila persone per disinnescare 5 bombe della Guerra: un decimo della cittadinanza

Domenica 7 Maggio 2017 di Laura Larcan

Quando si dice un'evacuazione di massa. A far scattare l'allarme, una serie di ordigni risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, inesplosi. E' quello che sta vivendo in queste ore Hannover. Nella città tedesca infatti, come riportano i media locali, sono stati temporaneamente evacuati 50 mila abitanti, una cifra impressionante per la località visto che corrisponde a circa un decimo dell'intera popolazione della città in Bassa Sassonia.

Il motivo? Misure precauzionali per consentire alle squadre specializzate di artificieri tedeschi di disinnescare in piena sicurezza ben cinque bombe d'aereo inesplose, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, e riportate alla luce per puro caso durante scavi per lavori infrastrutturali. Secondo quanto riferiscono i giornali locali, fra gli edifici sgomberati, spiccano anche sette case di riposo, una clinica e una fabbrica di pneumatici della Continental. Un'organizzazione imponente tra forze dell'ordine e istituzioni politiche.

Praticamente, una città "bloccata" (che tiene il fiato sospeso) per le bombe dell'ultimo conflitto mondiale. Imponente anche la mobilitazione politica nei confronti dei residenti, che hanno ricevuto in massa l'avviso di sgombero, e che potranno rientrare in casa solo in serata, alla conclusione delle operazioni di disinnesco. Per loro il Comune di Hannover ha organizzato una fitta giornata di intrattenimento, per evitare stress e tensione sociale. In programma, eventi sportivi, visite gratuite ai musei, comprese proiezioni di film per bambini per passare la giornata. 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA