Gaetano Manfredi, chi è il nuovo ministro dell'Università e della Ricerca

Sabato 28 Dicembre 2019
Gaetano Manfredi, chi è il nuovo ministro dell'Università e della Ricerca

Gaetano Manfredi, rettore della Federico II di Napoli, è anche l'attuale presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui). Manfredi ha guidato la Crui negli anni del Governo targato Pd con il Fondo di finanziamento ordinario delle università che dopo una stagione di forti tagli è tornato a salire. Il Magnifico dell’ateneo più grande del Sud è un ingegnere con dna umanista. Nato il 4 gennaio 1964 a Ottaviano, in provincia di Napoli, da giovane ha fatto studi classici (sognava di fare il giornalista) prima di iscriversi e laurearsi in Ingegneria nel 1988 proprio alla “Federico II” con la votazione di 110/110 e lode.

Lucia Azzolina, chi è la nuova ministra della Scuola


Nel suo curriculum è stato anche dottore di ricerca in Ingegneria delle strutture (V ciclo) e ha ottenuto una borsa di studio post-dottorato nel 1994. È stato poi ricercatore in tecnica delle costruzioni dal 1995 al 1998 per poi diventare professore associato in Tecnica delle costruzioni dal 1998 al 2000. Infine è diventato professore ordinario sempre alla Facoltà di Ingegneria della Federico II nel 2000. Il suo mandato da rettore a Napoli scade il 31 ottobre del 2020. Da oggi è il nuovo ministro ​dell'Università e della Ricerca.

«Se mettiamo al centro la qualità delle persone non possiamo sbagliare. È la strada che intendo percorrere: su questo a volte mi si considera un pò rigido, ma è un tema su cui non faccio negoziati». Così il neoministro per l'Università e la Ricerca, Gaetano Manfredi, rettore dell' Università Federico II di Napoli e presidente della Conferenza dei Rettori (Crui), poco dopo l'annuncio della sua nomina. «In condizioni sicuramente complicate - ha aggiunto - cercherò di fare il massimo per il nostro sistema».

 

Ultimo aggiornamento: 15:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA