Faq nuovo Dpcm: spostamenti, veglione, visite a genitori e fidanzati. Tutte le risposte alle domande

Faq nuovo Dpcm: spostamenti, veglione, visite a genitori e fidanzati. Tutte le risposte alle domande
di Diodato Pirone
7 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Dicembre 2020, 22:21 - Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 15:19

Le domande più comuni sollevate dal nuovo Dpcm e le risposte di Fabio Ciciliano, segretario del Cts, su cosa potremo fare. 

 

Posso invitare un gruppo di amici a casa mia per giocare fino all'alba?

È fortemente raccomandato non farlo. Non c’è una disposizione di legge che lo proibisca ma il governo sottolinea che per evitare una terza ondata a gennaio è fondamentale ridurre i contatti sociali specialmente durante il periodo natalizio. Ad ogni modo non è possibile spostarsi dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, nonché dalle ore 22.00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7.00 del 1° gennaio 2021, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

Mio padre vive da solo, a Natale posso pranzare con lui?

Non c’è problema se padre e figlio (o figlia) risiedono nello stesso comune. Tuttavia va sottolineato che i “nonni” vanno protetti filtrando i contatti con altre persone. Dunque è più opportuno non portare con sé la famiglia al completo. Se si risiede in Comuni diversi invece la risposta è “no”. Nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato ogni spostamento tra Comuni a meno che la persona anziana non abbia bisogno di assistenza che il figlio deve provare con autocertificazione.

Separato con una figlia autistica: posso farle visita a Capodanno?

Se si è residenti nel medesimo comune è consentito. Va ribadito che è comunque sempre legittimo spostarsi in qualunque giorno - anche in quelli blindati - se un parente ha bisogno di assistenza. Ovviamente questo bisogno va provato. Ci si deve portare l’autocertificazione e si devono fornire “prove” alle forze dell’ordine se si viene fermati. Se la visita non fosse necessaria nei giorni di blocco della circolazione fra Comuni si corre il rischio di una multa da 400 euro.

Mio figlio studia al Nord. Può tornare al domicilio prima del 6 gennaio?

Dal 21 dicembre al 6 gennaio compreso gli spostamenti fra le Regioni sono vietati anche per le Regioni in fascia gialla. Tuttavia chi deve tornare presso la sua “dimora abituale” può farlo (ultimo rigo del comma 4 dell’articolo 1 del Dpcm). E’ bene però attendere le delucidazioni che arriveranno con le risposte alle Domande frequenti e dal ministero dell’Interno. Ovviamente al divieto di spostamento sono previste anche le classiche eccezioni legate al lavoro, a eventuali cure sanitarie e a esigenze inderogabili.

Posso passare la Vigilia con i genitori di mia moglie e Natale dai miei?

Anche questa risposta comporta una premessa non di legge ma di buon senso: l’epidemia si combatte innanzitutto riducendo i contatti sociali. Dunque non c’è un divieto specifico ma quella che il governo definisce “raccomandazione” di non organizzare occasioni di convivialità che coinvolgano membri estranei a chi convive in una casa. Sul piano giuridico la risposta è si se tutti vivono nello stesso territorio comunale. No, invece, in caso contrario. Va detto che dalle 22 scatterà sempre il coprifuoco.

Il mio fidanzato risiede in un altro Comune Può venire a casa mia?

Indipendentemente da dove si risiede è fortemente sconsigliato organizzare pranzi e cene di Natale fra persone che non fanno parte dello stesso nucleo familiare convivente. Ciò detto se si risiede nello stesso Comune il 25, il 26 dicembre e il primo gennaio ci si può muovere fra una abitazione e un’altra entro i confini comunali. Quello che in quei giorni non si potrà fare è spostarsi da un Comune ad un altro. Il divieto non è aggirabile sulla base del grado di parentela o su quello affettivo.

Se raggiungo la Sardegna prima di Natale quando posso tornare a Roma?

Chi prima del 20 dicembre vorrà trasferirsi presso la seconda casa in Sardegna (o altra regione gialla) dovrebbe tornare dopo il 7 gennaio 2020. Tuttavia se si dichiara sull’autocertificazione che si sta tornando nella propria abitazione abituale (che dovrebbe corrispondere a quella di residenza o di domicilio) ci si può spostare in qualunque data sua casa di residenza. E’ bene attendere però le delucidazioni che arriveranno dalle risposte frequenti (Faq) di Palazzo Chigi e dal ministero dell’Interno.

Se l’Abruzzo resta rosso o arancione posso andare da Roma a Ovindoli?

Non sarà possibile perché non si può oltrepassare il confine di Regioni inserite nelle fasce arancione e rossa. L’Abruzzo ha vissuto una fase dell’infezione virulenta scoppiata in ritardo rispetto ad altre Regioni e dunque rischia di essere l’unico territorio regionale che - forse- a Natale potrebbe essere ancora in zona arancione. Per chi avesse voglia di trasferirsi per le festività natalizie nella seconda casa in Abruzzo questo potrebbe essere un problema serio. Fatto salvo che gli impianti di sci saranno chiusi.

La sera del 26 dicembre posso ordinare una cena da asporto?

Sarà possibile andare a pranzo al ristorante a Natale, il 26 dicembre, a Capodanno e anche il giorno dell’Epifania. A tavola però ci si potrà sedere soltanto in quattro (a meno che i conviventi abituali siano di più). Prima di Natale tutta l’Italia forse ad eccezione dell’Abruzzo diventerà zona gialla, quindi ristoranti e bar potranno essere aperti fino alle 18 ma potranno svolgere attività da asporto fino alle 22. Dunque si, la sera del 26 dicembre (e degli altri giorni del periodo natalizio) fino alle 22 potremo andare a ritirare la nostra cena al ristorante sotto casa. Ultimo dettaglio: se ci si trova in albergo, il cenone di Capodanno potrà essere servito solo in camera.

Il 23 dicembre mio marito torna da un viaggio in Germania. Che fare?

Fino al 20 dicembre il tampone negativo effettuato 48 ore prima è sufficiente per rientrare in Italia da paesi europei. Dal 21 dicembre al 6 gennaio lo sarà ancora solo se si entra in Italia per esigenze lavorative, di studio, di salute, di assoluta urgenza, o per far rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza. In caso contrario (per esempio ingresso per turismo) sarà obbligatorio sottoporsi al periodo di quarantena. In ogni caso bisognerà comunicare immediatamente l’ingresso nel territorio nazionale al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente. Dai paesi extra europei è sempre prevista la quarantena obbligatoria di 14 giorni.

Posso praticare sci di fondo anche se le piste sono chiuse?

Nelle Regioni in fascia gialla l’attività sportiva è consentita (come lo è anche nelle zone arancioni e rosse) ma senza limiti di spostamento dal Comune di residenza (cosa che invece sussiste per le arancioni e rosse). E lo sci di fondo è considerato attività sportiva. I comprensori ufficiali comunque resteranno chiusi. Va ricordato che dal 21 dicembre e fino al 6 gennaio non si potrà uscire dalla propria Regione mentre il 25 e il 26 dicembre e il primo gennaio non si potrà uscire dal Comune.

Passo la Vigilia lontano dal Comune dove risiedo, il 25 posso tornare a casa?

Tornare nella propria abitazione di residenza è sempre consentito, in base al comma 4 dell’articolo 1 del Dpcm del 3 dicembre. Dunque questo cavillo consente sempre a chiunque di tornare nella propria casa in qualunque data, anche se il Dpcm prevede che dal 21 dicembre al 6 gennaio non ci si può spostare fra le Regioni. Come casa principale si intende la dimora nella quale si vive abitualmente. E’ bene tuttavia attendere le delucidazioni in arrivo da palazzo Chigi.

Covid, Brusaferro (ISS): “Questo Natale sarà unico rispetto al passato”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA