Walter De Benedetto, morto il paladino per la legalizzazione della cannabis terapeutica

L'uomo era malato da anni di grave forma di artrite reumatoide e nell'aprile di un anno fa era stato assolto perché il fatto non sussiste dall'accusa di aver coltivato a casa marijuana

Walter De Benedetto, morto il paladino per la legalizzazione della cannabis terapeutica
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Maggio 2022, 13:01 - Ultimo aggiornamento: 13:30

«Nella notte purtroppo ci ha lasciato Walter De Benedetto. Con il suo coraggio è riuscito a portare il tema della cannabis terapeutica all'attenzione dell'opinione pubblica». Con queste parole su Facebook gli attivisti dell'organizzazione no profit Meglio legale annunciano la scomparsa di Walter, l'uomo che era diventato uno dei malati simbolo della battaglia per la liberalizzazione della cannabis a scopo terapeutico. 

Cannabis, sentenza ad Arezzo: assolto malato che la produceva per scopi terapeutici

«Lui era il vero leader gentile della battaglia per la legalizzazione della cannabis e noi continueremo la sua e la nostra lotta con maggiore forza e determinazione, come lui ci ha insegnato. Con la sua assoluzione nel processo che lo vedeva imputato ha creato un precedente utile per migliaia di pazienti che, ancora oggi, non riescono ad accedere alla cannabis terapeutica. Perché, come ci ripeteva sempre Walter, il dolore non aspetta! #IoStoConWalter», si legge ancora nel post. De Benedetto, che viveva a Olmo, nel comune di Arezzo, era malato da anni di grave forma di artrite reumatoide e nell'aprile di un anno fa era stato assolto perchè il fatto nno sussiste dall'accusa di aver coltivato a casa marijuana: per il gup di Arezzo la produceva e utilizzava a scopo terapeutico per la sua malattia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA