A Verissimo Stash e Giulia: «L’amore infinito per nostra figlia Grace»

Sabato 12 Dicembre 2020 di Eva Carducci
A Verissimo Stash e Giulia: «L’amore infinito per nostra figlia Grace»

«Anche se dal punto di vista professionale siamo stati molto penalizzati da quello che sta accadendo, nella sfortuna, il non lavorare quest’estate mi ha permesso di vivere la gravidanza con Giulia, cosa che non avrei potuto fare se fossi stato in tour» racconta Stash dei Kolors in studio nel salotto di Verissimo di Silvia Toffanin, mentre la compagna Giulia è in collegamento da casa insieme a Grace, la figlia appena nata della coppia.

La prima apparizione da neogenitori «Bello festeggiare qui, con voi che siete sempre stati una famiglia. È proprio vero, finché non provi che cosa vuol dire essere genitore non lo capisci. Sembra la solita frase fatta ma non è così. Non ho pianto devo dire, ho riso tantissimo, ho fatto un po’ il giullare nella fase più tosta del parto, quella che voi donne vivete decisamente in maniera più fisica. Cercavo di rallegrare un pochino Giulia, e di tranquillizzarla» prosegue Stash passando la parola alla sua compagna: «Sono in un vortice di emozioni che non riesco nemmeno a spiegare. Durante la gravidanza provi a immaginare questo momento, però dopo è totalmente diverso. Da inesperta poi è stato stranissimo. Diciamo che non mi fa dormire molto, per questo durante il giorno sembriamo un po' degli zombie. Stash è sveglio e mi guarda però, perché gli spiace lasciarmi da sola in questo frangente. Gli do dieci come papà. Lui canta e lei lo guarda incantato».

 

«Quando canto con la voce bassa, come ad esempio le canzoni di Sinatra, Grace mi guarda estasiata. Diciamo che in questa prima settimana mi sento un buon Papà. Di mattina invece preferisce Bach» racconta Stash. 

Una storia d'amore fra Giulia e Stash nata velocemente, fino allo scorso anno infatti non si sapeva neanche che fosse fidanzato e adesso è papà. In realtà i due si erano incontrati tre anni fa, ma fino alla primavera dello scorso anno non era scoccata la scintilla: «Che senso ha stare al mondo senza dare vita a un'altra vita?» commenta Stash.

Grace Fiordispino il nome scelto: «Un nome che abbiamo pensato all'inizio della gravidanza, così all'improvviso. Come è arrivata lei alla fine. Siamo stati anche distanti per il lockdown, è stato un abbraccio diverso quando ci siamo visti dopo il lockdown» continua il cantante. «C'era amore e paura, quella di non essere pronti, ma la voglia di essere dei bravi genitori, nonostante le paranoie» il commento di Giulia invece. 

«Devi ascoltare la natura, un amore, anche se giovane, ci ha regalato Grace e cambiato la vita. Fino a oggi la cosa più bella è lei. Mi sento pronto a vivere questa vita» racconta con lo sguardo colmo d'amore Stash, ma non si parla di matrimonio: «Non sono fan del matrimonio, non mi piace l'idea di contrattualizzare un sentimento». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA