Halloween choc: 5 feriti e un barista sfregiato

Halloween choc: 5 feriti e un barista sfregiato
2 Minuti di Lettura
Martedì 2 Novembre 2021, 05:01

IL CASO
Dire sia stata una notte da incubo appare fin troppo semplicistico, ma un bilancio di almeno sei persone ferite per calci, pugni e coltellate non è roba da poco. Succede nella notte di Halloween, coda di un lungo fine settimana in cui gli eccessi non sono mancati per poi esplodere alle prime ore di lunedì mattina.
BOTTE IN DISCOTECA
Il fronte sicuramente più caldo è stato quello in una nota discoteca cittadina, dove nella notte tra domenica e lunedì è andato in scena un party di Halloween. Tanta gente, maschere, voglia di divertirsi e di tornare a ballare dopo mesi di restrizioni e coprifuoco: la stragrande maggioranza delle persone che hanno partecipato alla serata lo hanno fatto nel pieno rispetto delle regole. Ma purtroppo non è stato così per tutti, c'è chi ha esagerato evidentemente prima con il bere e poi con le mani.
«Aggressione» raccontano i referti che hanno accompagnato l'ingresso di due ventenni al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Misericordia. Entrambi arrivati in ospedale intorno alle 4.30 di ieri mattina ed entrambi proprio dalla discoteca. Di più, i due ragazzi sono amici e provengono dalla zona di Umbertide. Uno ha venti anni e se l'è cavata con una decina di giorni di prognosi e subito dimesso dopo essere stato curato per una ferita lacerocontusa al volto, probabilmente colpito da un pugno purtroppo per lui ben assestato. L'amico, tre anni più grandi, invece se la passa decisamente peggio: 30 giorni di prognosi e ricovero in Chirurgia d'urgenza. Le sue condizioni sono abbastanza gravi dal momento che presenta ferite di non poco conto al volto. Insomma, soprattutto lui sembra essere stato vittima di un brutale pestaggio.
Ma non sarebbero stati gli unici ad uscire con qualche ferita da quella festa. Si racconta infatti come almeno altri due-tre giovani abbiano avuto bisogno di qualche cura direttamente sul posto all'arrivo del 118 ma che abbiano rifiutato il successivo trasporto al pronto soccorso. Eventi collegati o diverse situazioni? Non è ancora molto chiaro e in questura si sta lavorando proprio per ricostruire quanto accaduto e per vedere se ci sono eventuali responsabilità, anche a livello organizzativo.
BARISTA AGGREDITO
A proposito di aggressioni, da registrare anche quella al gestore di un locale pubblico nella zona di via Campo di Marte. L'uomo, secondo quanto evidenziato in ospedale, sarebbe stato raggiunto al volto da un colpo di «arma bianca», dunque un coltello o comunque qualcosa di affilato, da parte di un cliente. Nel fine settimana appena concluso, infine, i carabinieri hanno denunciato un uomo per lesioni dopo le botte in un'abitazione.
Michele Milletti

© RIPRODUZIONE RISERVATA