Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Caso Suarez, nove mesi di sospensione alla Spina

Caso Suarez, nove mesi di sospensione alla Spina
2 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Gennaio 2021, 05:00
LE DECISIONI
PERUGIA L'Università per Stranieri andrà avanti senza direttore generale. Lo ha deciso ieri il consiglio di amministrazione dell'ateneo, durante una riunione tesa - l'ennesima - e molto lunga, iniziata a metà mattina e conclusa nel pomeriggio. Alla riunione hanno scelto di non partecipare i rappresentanti degli studenti. Il cda ha anche deliberato la stangata nei confronti della professoressa Stefania Spina, quella che aveva preparato Luis Suarez all'esame di Italiano e che a proposito del calciatore, intercettata, diceva: «...parla all'infinito...». Sarà sospesa per 9 mesi, con circa la metà dello stipendio «conformemente al parere vincolante espresso il 18 dicembre 2020 dal Collegio di disciplina», fanno sapere dalla Gallenga.
Quindi avanti senza dg, lo stesso cda si caricherà dei poteri del direttore e quattro funzionari - i soli in forza all'ateneo - ciascuno per le proprie mansioni, saranno chiamati a firmare gli atti di ordinaria amministrazione. L'obiettivo è individuare «una figura stabile», è stato precisato. Intanto le deleghe ai quattro dipendenti di elevata professionalità sono state comunicate nella serata di ieri. Una soluzione originale, ma suggerita dall'Avvocatura di Stato per far fronte all'emergenza estrema. Salta dunque il bando a tempo per sostituire Simone Olivieri: «l'avviso era stato emanato sulla base di un'interpretazione, rivelatasi poi errata, da parte dei preposti uffici», ha fatto sapere ieri sera la prorettrice Daniella Gambini.
E se per la professoressa Spina è arriva la sospensione, le decisioni nei confronti dell'ex direttore Simone Olivieri sono rimandate - probabilmente - alla prossima riunione del cda.
L'ateneo deve organizzare nuove elezioni, ma ieri la professoressa Daniella Gambini ha incassato il via libera da parte dell'Avvocatura di Stato per il suo ruolo di prorettrice: è legittimo anche se nominata da un rettore non più in carica, sostiene l'avvocatura. E proprio in vista del futuro assetto dell'ateneo Gambini ha formalizzato ieri attraverso il cda la richiesta di istituire un «Ufficio legale d'Atene ad oggi inesistente e reclutare un dirigente che, in caso di impossibilità del dg ad operare, possa anche svolgerne le funzioni - spiega lei - una figura di cui l'Università per Stranieri al momento è priva». Il ruolo a cui pensa la Gambini, evidentemente, è differente rispetto all'area affari legali rintracciabile anche nel sito dell'ateneo e di cui è responsabile proprio uno dei quattro funzionari in forza alla Gallenga. La prorettrice ha anche specificato come intende muoversi per il dottorato di ricerca: «La graduatoria sarà approvata al termine delle verifiche degli atti del concorso da parte di organi consultivi esterni». Fatto sta che le prove con sei candidati sono state concluse lo scorso 8 dicembre. Ma quando si elegge il nuovo rettore?
Federico Fabrizi
federico.fabrizi@ilmessaggero.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA