Pontina chiusa al km 95 ecco i percorsi alternativi

Pontina chiusa al km 95 ecco i percorsi alternativi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Ottobre 2021, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 10:50

 Dopo l'improvviso cedimento laterale della carreggiata che nella mattinata di mercoledì ha danneggiato un tratto di Pontina situato nel territorio di Terracina, in zona La Nespola, è arrivata l'ordinanza dell'Anas. Un provvedimento attraverso cui, oltre a formalizzare la temporanea chiusura della porzione di statale interessata dallo smottamento, la società che gestisce l'arteria ha messo nero su bianco i percorsi alternativi che la moltitudine di mezzi giornalmente in transito dovrà affrontare fino al termine dei lavori di ripristino della sede stradale. L'ordinanza, emessa a margine di rilievi tecnici congiunti e come da prassi tempestivamente comunicata a tutte le autorità competenti, è operativa da ieri e salvo eventuali imprevisti in corso d'opera lo sarà fino alla mezzanotte di domenica 10 ottobre.

Vi si stabilisce innanzitutto la chiusura totale al traffico dal chilometro 95+600 al chilometro 97+000 in entrambe le direzioni di marcia, oltre che il divieto di transito dal chilometro 93+700 al chilometro 95+599 per gli autocarri che viaggiano in direzione Terracina. Per quanto riguarda le rimodulazioni volte a non mandare in tilt la circolazione e a preservare i livelli di sicurezza, in direzione Latina si è deciso di deviare il traffico sulla Migliara 56 con rientro sulla Pontina dalla Migliara 54 o dalla 53, attraverso via Renibbio, via Sant'Isidoro o la Litoranea. In direzione Terracina, invece, il traffico degli autoveicoli è stato deviato dalla Migliara 54 attraverso via Renibbio o lungo la Litoranea, per poi rientrare sulla statale 148, mentre per gli autocarri il traffico è deviato sulla Migliara 53. Un insieme di disposizioni d'emergenza che ad ogni modo - tra limitazioni, dischi rossi e tempi di percorrenza per forza di cose dilatati - difficilmente eviteranno a chi è al volante le ennesime giornate di passione. Ulteriori disagi dietro l'angolo, insomma. Del cantiere e dell'installazione della segnaletica relativa ai lavori e alle contestuali deviazioni l'Anas ha incaricato la Se.gi., spa con sede nella Capitale.
Mirko Macaro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA