Crollo al Marconi, aperta un'inchiesta per lesioni colpose

Crollo al Marconi, aperta un'inchiesta per lesioni colpose
di Stefania Belmonte
3 Minuti di Lettura
Domenica 8 Maggio 2022, 09:34 - Ultimo aggiornamento: 10:04

Resteranno chiuse fino al termine delle verifiche dei vigili del fuoco e degli accertamenti utili alla Procura, le quattro aule dell'istituto industriale Marconi di Latina, interessate dal crollo del controsoffitto di venerdì scorso. Le classi erano state ricavate nella palestra della scuola, meno di due anni fa, per permettere un maggiore distanziamento tra gli alunni a causa dell'emergenza Covid una volta rientrati a scuola dopo i mesi di lockdown. I magistrati di Latina, in seguito al crollo che si è verificato in una delle aule, indagano per lesioni colpose contro ignoti. Il fascicolo è stato aperto per permettere le indagini e cercare di comprendere cosa esattamente sia accaduto, facendo tutti gli accertamenti del caso per stabilire eventuali responsabilità.

Seppure in maniera lieve, infatti, sono stati tre i ragazzi finiti in ospedale per accertamenti. Con spalle e braccia doloranti, gli studenti sono stati portati al pronto soccorso dell'Icot a bordo di un'ambulanza del 118 per verificare le loro condizioni dopo che i pannelli del controsoffitto - per fortuna quelli del tipo leggero - gli erano finiti addosso durante l'orario scolastico.
Stanno tutti bene: i ragazzi non hanno nulla di rotto, ma si sono spaventati parecchio. Il cedimento si è verificato in una sola delle aule, ma tutte resteranno chiuse, quindi da lunedì l'istituto dovrà provvedere a sistemare i ragazzi in altri spazi.
I vigili del fuoco, venerdì mattina, hanno già effettuato un primo sopralluogo, dal quale si è compreso subito che non si trattava di un fatto strutturale relativo all'edificio scolastico, ma che il problema era stato proprio nella struttura temporanea creata all'interno della palestra.

Sul posto anche la ditta che aveva effettuato i lavori, e poi collaudato e certificato il tutto per conto della Provincia di Latina, ente di competenza per le scuole superiori del territorio. La domanda che ci si è posti è stata come mai soltanto un pezzo di copertura sia venuto giù: una decina di metri su quattrocento totali. Se fosse stato un problema del controsoffitto o del cartongesso delle pareti nel sorreggere la copertura, probabilmente sarebbe crollato tutto. Invece così non è stato. Inoltre dai primi accertamenti non si direbbe che stia per cedere anche il resto: le altre tre aule sarebbero state chiuse soltanto per precauzione. Cosa è accaduto allora? Su questo stanno cercando di fare luce i carabinieri di Latina, che già venerdì sono stati al Marconi per ricostruire i fatti ed ascoltare i testimoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA