Volley, la Top Cisterna strapazza Ravenna e vede la Coppia Italia

Volley, la Top Cisterna strapazza Ravenna e vede la Coppia Italia
di Gaetano Coppola
3 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 10:28

LATINA - La Top riscatta la brutta sconfitta subita mercoledì a Taranto, strapazzando al Palazzetto di Cisterna una mediocre Ravenna. È bastata un'ora e 17 minuti a Baranowicz e compagni per archiviare la pratica con un secco 3-0 e parziali (25-16) che rendono bene quello che è stato l'andamento del match. In campo Baranowicz, Dirlic, Rinaldi, Maar, Bossi, Zigel e Cavaccini per la Top, Queiroz, Klapwijk, VuKasinovic, Orioli, Erati, Fusaro e il libero Goi per Ravenna. I romagnoli non hanno mai impensierito i pontini che hanno dominato tutti e tre i set senza che mai coach Soli avesse la necessità di effettuare cambi, tranne nelle fasi finali quando ha ritenuto di far esordire il giovane opposto iraniano Bardia Saadat.

Nel campo avverso coach Zanini ha invece girato praticamente tutta la panchina nel tentativo di contenere l'irruenza della Top. Cisterna ha murato decisamente meglio, con 12 punti diretti e tanti palloni toccati e rigiocati, ha anche battuto e attaccato con più incisività con più efficacia. E i risultato è apparso scontato sin dalle prime battute del match con Baranowicz, aiutato da una buona ricezione può distribuire con fantasia il gioco con Rinaldi, Maar e Zingel a segno con facilità. Ravenna fatica a mettere palla a terra e il divario è incolmabile. Sul 24-15 Maar sbaglia la battuta ma subito dopo si rifà conquistando il venticinquesimo punto.

Nel secondo parziale la musica non cambia. Ravenna tenta di contenere la Top ma il muro di Zingel e gli attacchi di Dirlic frenano le velleità dei romagnoli. Zanini comincia una serie di cambi ma la Top si aggiudica anche il secondo set con lo stesso punteggio di 25-16. Nel terzo parziale è Dirlic a salire in cattedra mettendo subito a segno quattro punti (tre muri). Zingel e Rinaldi picchiano duro dai nove metri e la Top Volley si avvia senza pensieri a chiudere anche il terzo parziale con i soli Vukasinovic e Klapwijk a contenere i più potenti avversari. E anche il terzo set finisce 25-16. I tre punti guadagnati portano la Top a quota 13, al nono posto della classifica a 2 punti da Milano (che deve recuperare la partita contro l'Itas). Ora le probabilità di entrare in Coppa Italia per la Top sono legate alla conquista di 3 punti a Trento sperando che Milano non faccia punti nelle due partite da giocare. «C'è rammarico per i troppi punti persi nella prima fase - ha detto il presidente Falivene - Ma ora guardiamo avanti».


IL TABELLINO
Top Volley: Zingel 11, Cavaccini (L), Giani, Maar 10, Saadat 2, Rinaldi 9, Dirlic 16, Bossi 6, Baranowicz 1. All.: Soli.
Ravenna: Vukasinovic 10; Biernat; Pirazzoli (L); Erati 3; Andrè; Ulrich 2; Goi (L); Dimitrov 3; Klapwijk 7; Ljaftov 4; Comparoni 1; Orioli 2, Fusaro 3. All.: Zanini.
Note: Cisterna: ace 4, err.batt. 10, ric 66% (prf. 32%), att. 65%, muri 12. Ravenna: ace 1, err.batt. 12, ric 43% (prf. 29%), att. 42%, muri 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA