Dal caseificio allo storico stabilimento: Sabaudia piange Liliana Grassi Carbonelli

Venerdì 9 Aprile 2021
Dal caseificio allo storico stabilimento: Sabaudia piange Liliana Grassi Carbonelli

Sabaudia era diventata la sua seconda casa e vi ha trascorso tutta la sua vita da madre, moglie e imprenditrice. Si è spenta ieri, all'età di 83 anni, Liliana Grassi che, assieme al marito ha gestito per decenni lo storico stabilimento Carbonelli. «Uno straordinario mix di bellezza allegria vitalita' e saggezza - la ricorda la figlia Patrizia - Non rattristiamoci di averla persa ma ringraziamo di averla avuta». La famiglia era arrivata a Sabaudia dalla Campania a fine anni '50 per avviare il caseificio per poi dare vita al noto stabilimento balneare sulle dune. «Erano arrivati dalla Campania per aprire il caseificio e tante famiglie, anche la mia, li avevano seguiti per lavorare racconta il ristoratore Franco Natale Ricordo con piacere la signora Liliana: garbata, elegante, signorile. Conoscevo lei e la sua famiglia da quando ero bambino perché mio padre era un loro dipendente. Poi anche loro come noi hanno avviato un'attività balneare. Capitava di incontrarla ed era sempre un piacere».
«Ci uniamo al dolore delle famiglie Grassi e Carbonelli per la scomparsa della signora Liliana dichiara il sindaco Giada Gervasi - Insieme al marito è stata una delle figure storiche dell'imprenditoria e del commercio di Sabaudia. Un lutto che colpisce l'intera comunità in un momento davvero difficile, che ci porta ancor di più a stringerci intorno al dolore dei suoi cari, ai quali rivolgo anche a nome della Città tutta le più sentite condoglianze». I funerali si terranno oggi, alle 11, nel piazzale antistante il cimitero di Sabaudia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 16:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA