Rapinatori in fuga speronano la moto dei carabinieri: ferito un militare, arrestato uno dei banditi

Rapinatori in fuga speronano la moto dei carabinieri: ferito un militare, arrestato uno dei banditi
di Stefano Cortelletti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Maggio 2022, 09:10

La doppia rapina, la fuga, l'auto che sperona la moto dei carabinieri, un militare finito in ospedale in condizioni gravi, l'arresto di uno dei malviventi. Potrebbe essere arrivata a una svolta l'indagine sui numerosi furti commessi nelle ultime settimane ai danni di supermercati e farmacie sulla Nettunense, ad Aprilia e sul litorale romano e a tradire i malviventi è stata una manovra azzardata commessa da uno di loro durante la fuga, manovra che ha messo a repentaglio la vita di un carabiniere.

Tutto è iniziato la sera di mercoledì a Velletri, dove sono stati rapinati in serie due market, il Carrefour in via dei Volsci e il l'Eurospin di via Appia Sud situati a poca distanza. A entrare in azione sempre la stessa persona: un uomo col volto coperto da passamontagna e pistola in pugno. Rapine lampo, come se ne sono già viste troppe tra la fine di aprile e l'inizio di maggio. Poi la fuga a bordo di una Fiat Panda risultata rubata ad Anzio una settimana fa. In via dei Cinque Archi cambiano vettura, sempre rubata: un'auto più potente per assicurarsi la fuga senza problemi. I carabinieri della compagnia di Velletri si mettono sulle tracce dei fuggitivi e diramano l'allarme anche ai colleghi delle altre città.

L'Arma di Aprilia intercetta la vettura dei ladri sulla Cisterna Campoleone: inizia l'inseguimento, fino a quando i fuggitivi hanno imboccato via Retarola, strada di accesso ad Aprilia ma formalmente nel territorio di Velletri conosciuta anche come via Giannettola. A quel punto il dramma: l'auto dei fuggitivi sperona la moto dei carabinieri mandandola fuori strada. Resta ferito in maniera grave un carabiniere 45enne della stazione di Aprilia, soccorso da un'ambulanza e portato all'ospedale dei Castelli in codice rosso.

Fortunatamente ieri le sue condizioni sono migliorate. La vettura dei malviventi viene fermata poco dopo e a quel punto avviene l'arresto di uno dei fuggitivi, mentre non c'era traccia del complice. I militari stanno mantenendo il più stretto riserbo sull'accaduto: le indagini sono ancora in corso per arrivare all'identificazione di eventuali complici. Secondo le indiscrezioni, c'è la concreta ipotesi che l'arrestato possa essere membro di una banda dedita ai furti sul territorio e ora si stanno cercando riscontri con le altre rapine messe a segno. Ce ne sono due di venerdì scorso ad Anzio, all'Eurospin e a Risparmio Casa, due ad Ardea dieci giorni fa in altrettanti supermercati, a fine aprile altri due a Nettuno, sempre supermercati, e tre farmacie sulla Nettunense tra Cecchina e Ariccia. L'arresto di uno dei presunti autori rappresenta una svolta. Caccia aperta ai complici.
Stefano Cortelletti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA