Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Guerra in Ucraina, la Nato attiva i piani di difesa: «Putin pagherà caro l'errore»

Nato, attivati i piani di difesa: «Putin pagherà caro l'errore di invadere l'Ucraina»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Febbraio 2022, 19:37 - Ultimo aggiornamento: 21:09

La Nato risponde alla Russia e a Putin. A poche ore dall'ingresso delle truppe di Mosca a Kiev, in Ucraina, il segretario generale Jens Stoltenberg ha parlato in conferenza delle misure che l'Alleanza intende contrapporre alle mosse di Putin. «Per rafforzare il fianco Est dell'Alleanza sono stati già dispiegati migliaia di uomini e 100 aerei, a cui si aggiungono circa 20 unità navali nel Mediterraneo», ha spiegato. «Abbiamo attivato i piani di difesa della Nato per prepararci a rispondere ad una serie di evenienze e rendere sicuro il territorio dell'Alleanza, anche ricorrendo alle nostre forze di riposta rapida». Lo hanno reso noto i leader dei Paesi Nato nel comunicato dopo il loro vertice, diffuso dalla Casa Bianca, ribadendo il loro impegno «di ferro» verso l'articolo 5 del trattato (quello sulla mutua difesa).

Guerra Ucraina, la Russia limita l'accesso a Facebook: «Censura i nostri media»

Il vertice

Al vertice, al quale hanno partecipato anche la Finlandia e la Svezia (i due Paesi che Mosca non vuole entrino nell'Alleanza, come ribadito oggi anche dal ministero degli esteri russo), Stoltenberg ha spiegato che «quello che abbiamo visto è che le forze ucraine stanno combattendo coraggiosamente e sono effettivamente in grado di infliggere danni alle forze russe invasori, ma ancora una volta è una situazione molto fluida e in evoluzione. Continueremo a sostenere l'Ucraina con diversi tipi di armamenti e ciò include anche i sistemi di difesa aerea». La scelta di Mosca di attaccare il Paese, si legge nella nota è «un terribile errore strategico per il quale la Russia pagherà un prezzo severo nei prossimi anni in termini politici ed economici. Procederemo a tutti i dispiegamenti necessari per assicurare una forte e credibile deterrenza e difesa attraverso l'Alleanza ora e in futuro. Le nostre misure sono e restano preventive, proporzionate e non sono improntate a un'escalation». 

Draghi: serve risposta, niente ambiguità

Nel vertice straordinario della Nato, Draghi ha detto: «La nostra unità è e sarà sempre la risposta più forte. Manteniamo una posizione coesa e decisa. Abbiamo condannato con la massima fermezza l'attacco di una brutalità ingiustificata della Russia all'Ucraina. Il comportamento russo è la più grave minaccia alla sicurezza euro-atlantica da decenni e soprattutto alla nostra democrazia e libertà»

© RIPRODUZIONE RISERVATA