Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, l'ex presidente Poroshenko combatte in trincea: «Putin un pazzo, non ci conquisterà mai»

«Non importa quanti soldati uccida, quanti missili possieda e quante armi nucleari, noi ucraini siamo un popolo libero con un grande futuro europeo»

Ucraina, l'ex presidente Poroshenko combatte in trincea: «Putin un pazzo, non ci conquisterà mai»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Febbraio 2022, 18:41 - Ultimo aggiornamento: 18:44

L'ex presidente dell'Ucraina Poroshenko ha imbracciato il fucile insieme agli altri civili per difendere la patria. «Vladimir Putin è semplicemente pazzo, è puro male che è venuto qui per uccidere gli ucraini», dice alla "Cnn", aggiungendo che gli ucraini sono pronti a difendere il Paese e che Putin «non conquisterà mai l'Ucraina».

Ucraina, a Dnipro allestita una terapia intensiva neonatale in un rifugio antiaereo. Il medico: «Una cosa inimmaginabile»

Russia esclusa dall'Eurovision 2022: «La presenza lederebbe la reputazione dell'evento»

Poroshenko imbraccia il fucile: «Non lasciateci soli»

«Non importa quanti soldati uccida, quanti missili possieda e quante armi nucleari, noi ucraini siamo un popolo libero con un grande futuro europeo», ha detto, sottolineando che ci sono «lunghe file» di persone che si vogliono arruolare ma «non abbiamo abbastanza armi» per tutti.

«Tutti devono capire che è stato Putin a dichiarare la guerra, non l'Ucraina, ha dichiarato guerra al mondo intero», ha aggiunto spiegando che il suo battaglione di volontari si trova a 2, 3 chilometri dalla linea dei combattimenti. «È importante che non ci sentiamo soli, che voi siate con noi», ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA