Inghilterra, 39enne partorisce due gemelle concepite a 3 settimane di distanza: raro caso di superfetazione

39enne partorisce due gemelli concepiti a tre settimane di distanza
4 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Aprile 2021, 18:17 - Ultimo aggiornamento: 18:33

Partorisce due gemelle concepite a 3 settimane di distanza l'una dall'altra. Succede a Bath, in Inghilterra, dove la 39enne Rebecca Roberts, ha scoperto solo alla terza ecografia che alla prima dolce attesa se ne sarebbe aggiunta una rara seconda in contemporanea. La donna ha cercato per diversi anni di rimanere incinta del suo partner Rhys Weaver. E solo dopo diversi trattamenti e farmaci per la fertilità, è riuscita finalmente a vedere realizzato il suo desiderio. Una felicità trasformatasi ben presto in choc quando, a 12 settimane di gravidanza, ha scoperto di essere in attesa di due gemelli.

Covid a Ferrara, intera famiglia ricoverata in ospedale: grave la madre (35 anni) incinta di 6 mesi

«È stato davvero, davvero scioccante sentirsi dire che c'erano due bambini invece di uno», ha detto la donna a "Good Morning America". «Poi mi hanno detto che c'era una differenza di dimensioni di tre settimane tra i due bambini che i medici non potevano spiegare».

La gravidanza di Roberts è un caso raro di Superfetazione, il cui numero di casi verificatesi finora rimane sconosciuto. Il fenomeno consiste nel presentarsi di una seconda gravidanza durante una gravidanza iniziale. Affinché ciò accada, spiega David Walker del Royal United Hospital di Bath, gli ovuli vengono rilasciate dall'ovaio in due occasioni distinti e, una volta fecondate, si impiantano nell'utero.

Droga in gravidanza, crescono i neonati in astinenza: l'allarme dei pediatri

Con tre settimane di distanza, nel caso di Roberts si assiste ad uno dei più lunghi periodi di distanza mai registrati tra una fecondazione e l'altra nei casi di gemelli superfetativi conosciuti. «Quando ho scoperto che stavamo avendo due gemelli, era fuori nel parcheggio», ha detto il padre delle gemelle. «C'era una tale miscela di emozioni».

Secondo i medici, la gemella più piccola avrebbe potuto aver difficoltà a sopravvivere al momento del parto, rendendo così per la neo-mamma il percorso di maternità pieno di preoccupazioni. «Quello che è successo dopo essere rimasta incinta è stato solo un duro lavoro incredibile. Non era tutto felice come ti aspetti da una gravidanza. È stato abbastanza spaventoso» ha detto la donna. Alla 33esima settimana, a causa di un problema al cordone ombelicale della gemella minore, i medici hanno deciso di procedere inducendo il travaglio a Roberts, dal momento che la piccola aveva smesso di crescere correttamente.

Bimba nasce a Vallepietra, il paese di 300 abitanti in provincia di Roma dove la cicogna non atterrava da 6 anni

Al momento della nascita la piccola Rosalie pesava appena un chilo e mezzo, mentre la sorella maggiore Noah circa due chili. Le due piccole hanno trascorso poi rispettivamente 95 e 21 giorni nell'unità di terapia intensiva neonatale, al termine dei quali hanno potuto finalmente tornare a casa con la propria mamma. La 39enne ha soprannominato le sue piccole le due "Super gemelle" e ha raccontato la loro incredibile storia su una pagina Instagram chiamata "robert.supertwins".

«Quando li mettiamo uno accanto all'altro, è come se si allungassero e si toccassero a vicenda ed è proprio la cosa più bella. I gemelli hanno comunque un legame straordinario, ma la storia tra questi due, quando saranno abbastanza grandi da scoprirlo, si sentiranno ancora più speciali» ha detto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA